Home Estetica chirurgia Come ringiovanire viso e collo : intervento lifting

Come ringiovanire viso e collo : intervento lifting

58
0

L’invecchiamento della nostra pelle si nota soprattutto dalle piccole rughe che iniziano ad evidenziarsi sul collo.

Collo che non può essere nascosto, o che al massimo si può coprire d’inverno con delle sciarpe, ma se arriva l’estate poi non si sa più come coprirlo.

Ed è qui che entra in gioco il lifting.

Questo intervento andrà a riportare la giusta tensione in quei punti del collo nei quali l’elasticità è venuta a mancare.

La cute in eccesso viene eliminata e i muscoli che hanno perso elesticità e che sono ceduti possono riacquistarla.

Il collo così ritorna ad essere liscio e disteso.

L’unica parte visibile delle cicatrici lasciate dall’intervento sarà quella che passa dietro il padiglione auricolare, poichè quella restante andrà a perdersi sotto l’attaccatura dei capelli, ma anche le cicatrici visibili sono talmente sottili che poco a poco perderanno sempre più quella poca visibilità che a loro appartiene.

I tempi di guarigione sono brevi, anche dopo cinque giorni si può riprendere la vita quotidiana, ma almeno per quaranta giorni non si deve esporre la pelle del collo al sole, e sono consigliati dei massaggi linfodrenanti al fine della normalizzazione dei tessuti.

Il costo varia dai 4.ooo ai 6.000 euro.

Ringiovanire il collo con rimedio naturale

Se il collo appare segnato e con la pelle spenta concedetevi un trattamento speciale:

Detersione con amido di riso o di cereali invece del solido doccia schiuma.

Eseguite un peeling emolliente con un impasto di sale fino e olio d’oliva.
Applicate ogni tanto una maschera fatta con argilla verde e olio di mandorle
Idratate il collo con olio di jojoba e almeno 1 volta al giorno (magari prima di andar a letto), fatte un massagiate delicatamente, senza strofinare, dal basso verso l’alto scivolando le ditta.

Tossina botulinica : riempimento rughe con terapia non chirurgica

La tossina botulinica è usata quando si vogliono riempire le rughe facciali, soprattutto sulla fronte, tra le sopracciglia ed ai lati degli occhi.

In altri casi si può usare la tossina botulinica, chiamata anche Botox, per risolvere difetti come profilassi della cefalea muscolotensiva, oppure per il controllo dell’iperidosi, e inoltre anche per la terapia del vaginismo.

Il metodo è molto semplice in quanto viene iniettato nelle zone da trattare della tossina botulinica, in modo tale da bloccare temporaneamente l’azione dei muscoli e distendendo così la pelle.

L’effetto non è immediato, anzi, questa terapia non chirurgica ha bisogno di una o due settimane per essere visibile agli occhi degli altri.

Contrariamente a ciò il periodo di guarigione è della durata di un giorno e in questo lasso di tempo si può riscontrare un lieve gonfiore. Il risultato non è assolutamente permanente, anzi, ha una durata dai 3 ai 5 mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here