Home La cura del corpo Fanghi d’alga Guam anticellulite: benefici, efficacia, guida all’uso

Fanghi d’alga Guam anticellulite: benefici, efficacia, guida all’uso

119
0

Sono migliaia le donne che usano quotidianamente i fanghi d’alga Guam per contrastare la cellulite e sentirsi più belle. Le stesse donne restano fedeli al prodotto e questo vale più di qualsiasi opinione o recensione rilasciata online.

In estate, l’utilizzo di questi fanghi anticellulite si moltiplica e le richieste aumentano vertiginosamente.

Cosa sono, da dove provengono e, soprattutto, funzionano?

Vi spiegheremo tutto senza trascurare nulla, controindicazioni incluse.

 

Fanghi d’alga Guam: provenienza, composizione, lavorazione

I fanghi d’alga Guam vengono presentati attraverso una semplice descrizione: da dove provengono, a cosa servono, come funzionano. Recensioni ed opinioni pubblicati online fanno il resto.

Si tratta di alghe che vegetano nei fondali oceanici, in primavera. Creano vere e proprie praterie sottomarine ed è qui che avviene la raccolta, di solito a maggio.

Gli elementi principali sono: sali minerali, cloro, iodio, zolfo, fosforo, vitamina C (acido ascorbico) e betacarotene.

A determinare la loro efficacia mantenendo inalterate le loro proprietà e la loro composizione chimica è, soprattutto, una corretta operazione di essiccamento totale: dura 3 giorni ed include l’aerazione.

Deve essere eseguita nello stesso ambiente naturale dei fanghi d’alga Guam, nel sole e nel vento dell’oceano.

Se il procedimento di essiccazione totale viene effettuato con cura, la alghe Guam potranno essere lavorate senza l’aggiunta di sostanze coloranti e non naturali per essere distribuite nel canale cosmetico.

 

Funzionano davvero per combattere la cellulite?

Ormai, nessuna donna cerca o crede nei miracoli quando si tratta di prodotti anticellulite.

Quello che si cerca è un prodotto in grado di migliorare notevolmente l’aspetto riducendo la pelle a buccia d’arancia al massimo e rendendo la pelle più elastica e sana.

Gli effetti disintossicanti e rimineralizzanti che i fanghi d’alga Guam hanno sulla pelle la rigenerano riportandola al suo normale equilibrio idrolipidico.

Questi fanghi riducono la cellulite e contrastano l’invecchiamento della pelle perché rallentano notevolmente la formazione di radicali liberi.

 

Guida all’uso

Stendete in abbondanza i fanghi d’alga Guam a freddo sulle zone colpite dalla cellulite, massaggiate fino a ricoprire uniformemente la parte e fasciatela con una pellicola trasparente (va bene quella usata in cucina).

Dovrete fasciare la zona trattata per dar modo ai fanghi di rilasciare al meglio sulla pelle le sostanze attive.

Lasciate agire per 45 minuti, poi risciacquate con abbondante acqua tiepida ed applicate la crema gel combinata con il prodotto per rinfrescare e, soprattutto, per tonificare la pelle.

All’inizio del trattamento, dovrete eseguire il trattamento 4 volte alla settimana, poi 2 volte fino ad arrivare ad una sola volta ad intervalli.

Potrete ottenere i seguenti risultati seguendo il trattamento completo di 6 mesi:

  • Reale riduzione della cellulite;
  • Tonicità;
  • Luminosità della pelle.

I fanghi d’alga Guam sono facilmente reperibili online, in erboristeria, in farmacia o in parafarmacia.

 

Controindicazioni

I fanghi d’alga Guam non vanno applicati su una pelle ferita, lesa, arrossata o irritata.

Dopo il trattamento non esponetevi subito al sole: fatelo soltanto dopo almeno 2 ore dall’applicazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here