Home Salute Tisana allo zenzero: proprietà, benefici, preparazione

Tisana allo zenzero: proprietà, benefici, preparazione

265
0

Quante di voi hanno preparato, almeno una volta nella vita, una tisana allo zenzero e perché?

Lo Zingiber officinale Roscoe, meglio noto come zenzero (Ginger in inglese), è una pianta erbacea orientale (originaria dell’Asia meridionale), tradizionalmente usata anche dagli antichi Romani e, negli ultimi anni, si sta diffondendo sempre più anche nei Paesi occidentali.

Contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, alcuni sali minerali (manganese, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, ferro e zinco), vitamine del gruppo B, vitamina E ed olio essenziale.

La fitoterapia sfrutta la radice di questa pianta (chiamata rizoma) costituita principalmente da zingiberene, gingeroli, shogaoli, resine e mucillagini.

Vi spiegheremo quali sono le sue proprietà, i benefici, indicazioni e controindicazioni, non senza prima aggiungere che oltre ad essere impiegato per il benessere e la salute, lo zenzero è una spezia molto apprezzata in cucina e in pasticceria.

 

Le proprietà dello zenzero

Chi sa già come si prepara una tisana allo zenzero sa anche perché.

La medicina orientale e ayurvedica sfrutta da sempre gli effetti benefici dello zenzero per ‘spegnere il fuoco nello stomaco’.

I preziosi benefici di questa pianta risultano efficaci per:

  • Il raffreddore e la congestione delle vie respiratorie, infiammazione respiratoria ed esofagea, tosse grassa;
  • Migliorare la digestione ed eliminare i gas intestinali, efficace contro la diarrea, la gastrite e l’ulcera (combatte l’Helicobacter pylori);
  • Stimolare l’attività del fegato ovvero la secrezione della bile;
  • Alleviare il mal di testa e il mal di denti;
  • Contrastare le malattie infettive stagionali;
  • Migliorare la circolazione sanguigna (è un buon anticoagulante, abbassa i livelli di colesterolo);
  • Combattere stress e stanchezza;
  • Contrastare la nausea (ad esempio per mal d’auto, senso di vomito, chinetosi).

Le tre principali proprietà dello zenzero sono antinfiammatorie, analgesiche ed antisettiche ma ha grande importanza anche il ruolo che questa radice svolge nel processo digestivo: stimola i movimenti peristaltici di stomaco ed intestino per far passare meglio il cibo attraverso l’apparato gastrointestinale evitandone la fermentazione ed il conseguente senso di pesantezza.

Migliorando la circolazione sanguigna lo zenzero serve a ridurre anche disfunzioni legate all’impotenza maschile.

 

La proprietà antitumorale dello zenzero

Studi recenti effettuati da un gruppo di ricercatori del Hormel Institute (Università del Minnesota) hanno evidenziato le proprietà antitumorali dello zenzero con particolare riferimento ai carcinomi del colon-retto.

L’assunzione quotidiana di zenzero avrebbe una funzione preventiva, protettiva e terapeutica contro i tumori del colon retto.

 

Come preparare la tisana allo zenzero  

Ecco come va preparata la tisana allo zenzero.

Sbucciate una radice di zenzero fresco, tagliatelo a pezzetti o cubetti senza esagerare con la quantità: il suo gusto è molto forte, piccante e ne bastano 3 pezzetti a persona.

Lo zenzero fresco è preferibile a quello secco.

Fate bollire acqua e zenzero per 7-8 minuti, poi spegnete la fiamma ed aggiungete succo di limone. Versate in una tazza aggiungendo un cucchiaino di miele (possibilmente di acacia o eucalipto).

In sostituzione della tisana allo zenzero, per il mal di gola, la nausea o per rinfrescare l’alito è preferibile succhiare un pezzetto di zenzero o masticarlo senza ingerirlo.

Ridotto in polvere o grattugiato fresco serve ad insaporire i cibi, mentre candito è ideale per i dolci.

 

Controindicazioni

Vi abbiamo spiegato come si prepara la tisana allo zenzero ed i benefici apportati da questa radice nel nostro organismo. Tra questi benefici, abbiamo anche descritto che lo zenzero è anti-nausea, incluso il senso di vomito in gravidanza. Non tutti i medici consiglierebbero, però, ad una donna incinta di assumere zenzero perché risulta ancora incerto il rapporto rischio/benefici della tisana allo zenzero.

Si consiglia di non assumere più di 15-20 grammi di zenzero fresco o 3-4 gr ridotto in polvere o essiccato per evitare disturbi intestinali: dosi massicce potrebbero provocare gastrite, ulcere e gonfiori anziché curarli.

Assicuratevi di non essere allergici a questa spezia: l’allergia si manifesta con la comparsa di eruzioni cutanee e rossori sulla pelle.

Considerando il suo effetto fluidificante del sangue, chiedete il parere del medico se assumete farmaci antiaggreganti e anticoagulanti (Cardioaspirina, Coumadin).

Non abbinate farmaci ipotensivi ed antinfiammatori all’uso di zenzero.

Allo stesso modo, chiedete il parere del medico se soffrite di ipertensione, aritmia e calcoli biliari.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here