Il Peeling chimico – cos’è? Come avviene?

Trattamento di peeling chimico

Quando parliamo di peeling chimico intendiamo un trattamento estetico volto a correggere i difetti più comuni del viso.

Si lavora sul dermam per contrastare la formazione di diversi inestetismi come ad esempio machie e rughe.

In certi casi questo trattamento può anche risolvere diversi problemi della pelle; più precisamente la seduta di peeling opera un’esfoliazione chimica della pelle, ringiovanendo le cellule.

Gli esfolianti chimici sono alla base di questo trattamento e lavorano sulla base del tipo di inestetismo da trattare.

Il peeling si può fare nei centri estetici autorizzati oppure presso le strutture mediche autorizzate.

Nei centri estetici il trattamento è meno invasivo in confronto a quelo che si fa a livello dermatologico.

Peeling chimico per macchie sul viso

Le macchie sul viso sono un problema abbastanza comune e sono uno dei primi segnali dell’invecchiamento.

Questo inestetismo può essere dovuto anche a fattori esterni, come ad esempio la prolungata esposizione al sole.

Non colpisce solamente le donne ma anche gli uomini; nella maggior parte dei casi si consiglia una visita dal dermatologo, per valutare la situazione.

In base ai risultati della visita, il dermatologo sarà in grado di avvicinare il paziente al tipo di trattamento più adatto a lui o lei.

Ci sono diversi tipi di macchie sul viso che solitamente appaiono in modo spontaneo, così come ci sono diverse soluzioni per risolvere questo inestetismo.

In molti casi si può risolvere con dei cosmetici, mentre in altri è meglio ricorrerre al peeling.

Questo tipo di trattamento dermatologico ed estetico, attraverso diverse sedute può rimuovere le macchie sul viso.

In base alle esigenze del paziente, si può operare più o meno in profondita nei strati della pelle.

Insieme al peeling chimico, si possono fare dei trattamenti laser, di microdermoabrasione, dermoabrasione, diatermocoagulazione.

Tutti questi trattamenti devono essere operati da personale medico specializzato, successivamente a una visita dermatologica.

 

Peeling chimico dermatologo

Il dermatologo può anche eseguire il peeling, per rigenerare la pelle; si va ad eliminare uno strato superficiale della pelle.

In questo modo si innesca il processo di rigenerazione, grazie ai principi attivi portati dal peeling.

In base alle diverse esigenze, si va ad operare nei diversi strati della pelle del paziente, stimolando il ringiovanimento del viso.

Si restringono i pori della pelle e si levigano le rughe, con diverse sedute.

Peeling chimico acne

Il peeling chimico si può fare anche per trattare le acne, in base ai tipi di problemi della cute.

Le acne scompaiono dopo aver trattato la pelle grassa, i pori dilatati, le macchie e le cicatrici.

Questo tipo di trattamento si può fare su diversi tipi di cute, anche se inizialmente è necessario fare attenzione con le pelli scure, perchè potrebbero depigmentarsi.

Peeling chimico estetista

Ci si può affidare all’estetista per fare questo trattamento di cura della pelle, che permette di eliminare le cellule non più vive nel viso.

Anche in questo caso si utilizzano gli acidi esfolianti; nella maggior parte dei casi vengono estratti dalla frutta.

In altri casi provengono dall’acido glicolico e acido salicilico, che viene dalla corteccia del silice.

Un altra tipologia di peeling chimico è caratterizzato dalle lozioni, creme o maschere per il viso, che si applicano per tenerle durante la notte.

Allo stesso modo, dall’estetista, gli acidi che vengono applicati rinnovano la pelle agendo negli strati che si trovano a un livello più profondo.

Per quanto riguarda l’estetista, c’è un limite al llivello di acidi esfollianti; nel senso che non gli è permesso usare dei prodotti che contengono una percentuale troppo alta di acidi esfolianti.

In questo caso se ne deve occupare il medico; tutte le strutture dove lavorano gli estetisti non devono superare il 30% di acidi esfolianti nei loro prodotti.

Nei casi in cui questa percentuale salga se ne deve occupare il medico, per valutare al meglio la situazione.

Infatti possiamo andare incontro a possibili danneggiamenti della pelle, se si opera attraverso un acido troppo aggressivo.

Specialmente nei casi in cui ci troviamo di fronte a pelli più sensibili della media, dove la possibilità di irritazione aumentano.

In questo senso, se il paziente sa di avere una pelle eccessivamente sensibile, deve necessariamente fare una visita presso un dermatologo.

A questo punto può decidere quanto rinnovare la pelle; in molti casi si possono ottenere risultati molto buoni.

Dopo qualche seduta nei saloni estetici è possibile raggiungere i risultati che si desiderano,cosi come presso le strutture mediche, nei casi di trattamenti più profondi.

In questi casi, si opera un trattamento più importante, anche se nella maggior partte dei casi il centro estetico può portare dei risultati soddisfacenti.

Dopo peeling chimico posso truccarmi

Nel caso del peeling chimico, dipende dai casi; alcune volte ci si può truccare, mentre in altri casi è bene attendere.

Spesso infatti se si ha una pelle sensibile è meglio evitare il trucco per almento una settimana.

Dopo il trattamento di pelling chimico piuttosto, conta molto idratare la pelle, anche perchè in questo modo si favorisce la rigenerazione degli strati sottostanti.

Nei giorni immediatamente successivi a questo trattamento è bene lavare sempre le mani, prima di toccarsi il viso.

La zona del viso si può trattare con delle creme delicate, come ad esempio le creme idratanti.

Anche in questi casi è sempre meglio consultare il medico per farsi consigliare al meglio su quali tipi di creme utilizzare.

Anche prima di andare a dormire, meglio applicare una discreta quantità di crema idratante.

Meglio ancora se di tipo acquoso, per consentire un’idratazione continuativa e un assorbimento omogeneo durante la notte.

Ci si può fare la doccia senza problemi, anche se è meglio non bagnare troppo il viso per almeno qualche giorno.

Dopo qualche giorno potete lavare il viso, ma senza strofinare; meglio non utilizzare saponi o trucchi inizialmente.

Successivamente, dopo qualche giorno la pelle sarà pronta per applicare i trucchi, ma è meglio aspettare i tempi che vi abbiamo indicato.

In seguito, quando lavate i capelli fate comunque attenzione a non far andare troppo sapone sul viso.

Se il trattamento viene fatto agli uomini, bisogna evitare di farsi la barba per almeno 5 giorni.

Successivamente non usare prodotti che contengono acido glicolico; meglio aspettare che la pelle abbia recuperato completamente.

Peeling chimico the ordinary

The Ordinary è un marchio di bellezza che si basa su principi chimici e viene applicato all’interno di strutture specializzate.

Si tratta di prodotti riconosciuti e testati, che permettono un trattamento di tipo professionale a prezzi contenuti.

In conclusione: Il Peeling chimico è un trattamento che aiuta a migliorare e a levigare la cute del
viso tramite l’impiego di vari acidi, che sono Acido Glicolico, Acido Salicilico, Acido Piruvico e TCA.

Questa terapia viene consigliata in caso di rughe, invecchiamento cutaneo, cicatrici, lassità cutanea, acne ed ipercheratosi circoscritte.

I costi si aggirano dai 60 ai 180 euro a seduta, a seconda di quanto sia aggressivo il trattamento.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.