Home Trattamento Viso Yoga Skin, make up per pelle luminosa

Yoga Skin, make up per pelle luminosa

43
0

Nel mondo dell’estetica si è da sempre alla ricerca di una pelle luminosa e sempre giovane; in ogni periodo di alternano nuove soluzioni e tendenze che hanno come obiettivo quello di aiutare a consigliare i meno esperti. Dai trucchi ai trattamenti per la pelle, la tendenza è avere una pelle radiosa, sana e molto reale. Tra gli alleati ci sono, oltre ai cosmetici, le lezioni di yoga che tolgono lo stress dal viso; sicuramente anche la dieta giusta è molto importante. Nel mondo social di oggi, dove le informazioni arrivano da Facebook o Instagram su tutti, anche in questo caso tutto è cominciato con un hashtag; si tratta dello Yoga Skin, l’ultimo trend diventato virale grazie a Instagram per un viso effetto glow.

Yoga skin cos’è e come funziona

Il trend #YogaSkin ha conquistato non solo il make-up, ma anche lo skincare, aiutando a considerare la pelle non come un organo a sé stante ma reattivo e in comunicazione con l’ambiente. Al di fuori dei social, è importante evidenziare anche che riportano gli studi scientifici; ci dicono che nella pelle circolano dei messaggeri cellulari quali i fattori di crescita, i mediatori dell’infiammazione, gli ormoni che se ricevono il messaggio sbagliato compromettono la naturale funzionalità cutanea, ovvero, la differenziazione e il rinnovamento cellulare che garantiscono alla pelle una efficace azione barriera e il tanto desiderato aspetto riposato e radioso, proprio come dopo una sessione di yoga.

Ci sono tante cause che fanno arrivare dei messaggi negativi alla pelle e portano all’infiammazione, innescata da diversi fattori: ambientali, come lo stress, il photo-ageing che aumenta la produzione di radicali liberi, l’inquinamento da smog e luce blu, nonché una cattiva alimentazione.

Gli ultimi studi sulla pelle parlano di “inflammaging”, infiammazione legata con l’invecchiamento, causato da energia negativa che va in circolazione e “intossica”, ovvero disturba il funzionamento delle cellule, che già a causa dell’età è in via di rallentamento

Le ultime ricerche dei laboratori della Cosmétique Végétale hanno trovato un aiuto nella gemmoterapia, ovvero la scienza delle gemme, risalenti già ai tempi di Paracelso, il primo a parlarne; questa disciplina ha ricevuto poi una reale paternità con Pol Henry, omeopata degli anni ’50.

Yoga sking contro l’invecchiamento cutaneo

Il suo obiettivo è ridare benessere e ritardare l’invecchiamento infondendo energia pulita e positiva alle cellule, rimettendole in moto in modo più efficace.

La gemmoterapia è utilizzata per creare formule antiage che puntano al rinnovamento cellulare stimolando i fibroblasti e combattendo l’infiammazione che provoca l’invecchiamento cutaneo. Punto di partenza anche della nuova linea skincare Anti-Age Globale di Yves Rocher, che quest’anno celebra i suoi 60 anni con il lancio di prodotti al 100% vegani, ricchi di un nettare vegetale di gemma capace di stimolare le cellule dei fibroblasti a produrre più velocemente collagene, il sostegno dei tessuti cellulari.

Prima di approfondire il discorso sullo Yoga Skin, dobbiamo aggiungere che le gemme o germogli sono fonti preziose di giovinezza; sono in pratica dei tessuti embrionali che danno vita a nuove cellule.

Yoga skyn trattamenti vitaminici

Ricchi di vitamine e altri nutrienti, secondo le credenze più ancestrali sono anche collettori di due energie vitali: quella cosmica che arriva dal cielo attraverso le foglie e quella tellurica che passa attraverso le radici e parte dalla terra.
Conseguentemente a questi trattamenti, lo Yoga Skin apporta alla pelle un ulteriore aiuto, c
ome spiega la make-up artist Sara Hill che ha coniato il termine #YogaSkin: “La Yoga Skin più che una tecnica riguarda il finish del viso – spiega – è un metodo per creare un complesso illuminante naturale e semplice da ottenere. Non c’è neanche bisogno di mixare olio per il viso e illuminante al fondotinta, con yoga skin si indica il look finale: una pelle radiosa, sana, reale, pura, idratata. Ruota tutto intorno alla qualità della pelle, allo skincare e al make-up no make-up”.

Per portare l’effetto yoga skin è necessario unire qualche goccia di olio al fondotinta a base acquosa e illuminante liquido.

In seguito, si stende manualmente il prodotto sfruttando il calore e la pressione delle dita; per prima cosa dopo la detersione si applica poi lo skincare, aspettando che si assorba completamente prima di passare allo step successivo.

Yoga skin funziona davvero

Poi arriva il momento del primer senza siliconi, da applicare come passo successivo; a questo punto, bisogna mixare due o tre gocce di fondotinta a base acquosa dal finish sheer e non full coverage, aggiungere una goccia del vostro olio per il viso preferito, una goccia di highlighter liquido o di strobing cream sui toni dell’oro, massaggiando il tutto sulle mani e stendendolo sul viso con dei movimenti che stimolano la circolazione.

Come step successivo, si applica il correttore liquido solo nelle zone che necessitano come imperfezioni o sul contorno degli occhi. Per fissare il tutto si usa una polvere trasparente in quantità minime, per evitare l’effetto maschera.

È importante sapere che per ottenere una pelle “dewy”, ovvero rugiadosa, è necessario che, prima di iniziare con il trucco, si aspetti almeno cinque minuti dopo l’applicazione del siero illuminante. Per far durare di più l’effetto desiderato, è preferibile fissare l’illuminante con una polvere che esalta ancora di più l’effetto quasi metallico della pelle.
Oltre a tutti i trattamenti che caratterizzano lo Yoga Skin, non dimentichiamo l’acqua, che deterge e
rigenera il tessuto cutaneo, ne aumenta l’elasticità e regola la temperatura del nostro corpo, ritardando l’insorgere dei segni dell’invecchiamento come rughe e linee sottili.
Lo Yoga Skin prevede ovviamente anche una dieta antiossidante: chiodi di garofano, cacao, timo, noci e zenzero che fungono da scudo contro i “radicali liberi”, che vengono così eliminati.

Yoga skin oli vegetali e vitamine

Ma anche vitamine: noci, oli vegetali e pesce grasso sono alimenti considerati antietà naturali.
Non dimenticate poi di praticare 15 minuti di visualizzazione: la riconquista della “consapevolezza” per ristabilire equilibrio tra i messaggi interni ed esterni che rallentano l’attività delle cellule.

Con lo Yoga Skin, praticate una meditazione soft e breve, che vi aiuteà a riprendere il contatto con il sé e creare uno spazio mentale anti-stanchezza, anti-stress e detossinante che si vedrà anche sul vostro viso.

Inoltre, lo yoga aiuta a combattere lo stress e a rilassare tutta la muscolature, con effetti benefici che aiutano a mantenere la nostra giovinezza. Esiste anche lo yoga per il viso, che si può praticare a tutte le età, in particolare dopo i cinquant’anni, quando il volto tende a cedere non solo per quanto riguarda la pelle, ma anche dal punto di vista dei muscoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here