Biotina per la cura dei capelli con l’integratore B8

Il problema della caduta dei capelli è sempre attuale, specialmente negli ultimi anni, in cui la società ci ha portato verso uno stile di vita sempre più disordinato: orari sfasati, stress, alimentazione scorretta e tante altre abitudini sbagliate che influenzano il nostro benessere psicofisico; spesso le prime vittime di tutto ciò sono proprio i capelli; tentare di effettuare una corretta alimentazione e di pari passo un’integrazione dei nutrienti “amici” del capello può essere sicuramente un importante intervento da parte nostra per rinvigorire la nostra chioma e farla riprendere dopo un periodo difficile.

La cheratina è una delle principali proteine presenti nel capello ed è particolarmente ricca di amminoacidi solforati. Un integratore per capelli che si rispetti quindi provvederà ad un corretto apporto proteico.

Dunque metionina, la cisteina ed il suo derivato (cistina), la taurina e l’arginina. Ma non dovranno mancare flavonoidi, vitamina C, vitamina E e acido folico.

Alcuni alimenti amici dei capelli sono gli agrumi, il tè verde, i broccoli e la verdura fresca.

Sempre parlando di alimentazione, al contrario di quanto molti pensano, una dieta vegana può contribuire alla caduta e all’indebolimento dei capelli, soprattutto se non si fa ricorso a integratori per compensare le carenze di amminoacidi solforati.

Come rinforzare il cuoio capelluto

In generale comunque è consigliato come sempre mangiare molta frutta e verdura.

Ora parliamo in maniera pù approfondita della Biotina e dell’integratore B8; la biotina è una vitamina fondamentale per la salute dei nostri capelli e della nostra cute; se non ce n’è abbastanza infatti si può arrivare a una perdita incontrollata dei capelli nettamente superiore a quella fisiologica a cui siamo abituati.

E’ normale infatti perdere alcuni capelli, il cuoio capelluto è “dinamico” e in continuo rinnovamento, così come crescono capelli nuovi, altri cadono e vengono sostituiti.

La mancanza di biotina inoltre può portare a mancanza di appetito, debolezza, depressione e infiammazioni varie.

La biotina è una vitamina, chiamata col nome scientifico di coenzima R, vitamina B7 o vitamina H.
assume un ruolo fondamentale per l’attività di molti enzimi che regolano il metabolismo degli acidi grassi e dei carboidrati.

Si può assumere biotina naturalmente tramite l’ingestione di cibi che ne contengono in larghe dosi come fegato, latte, tuorlo d’uovo e lievito.

Anche molti studi scientifici hanno dimostrato quanto questa sia fondamentale per la crescita del capello. Tramite questa vitamina i capelli acquistano maggiore forza.
Ci sono molti casi in cui l’apporto della vitamina B8, attraverso l’assunzione regolare di Biotina può arrestare la caduta dei capelli e favorirne la crescita.

Biotina presente nei cibi

Ci sono casi in cui la biotina assunta attraverso i cibi è già sufficiente al fabbisogno quotidiano però può accadere che alcune condizioni cliniche o certi cibi possano ostacolarne l’assorbimento, rendendone in questo modo vana l’assunzione.

Va precisato però che gli integratori per capelli non possono essere considerati elisir miracolosi, ma di certo possono dare una mano molto consistente a tenere in salute i propri capelli o addirittura a rimetterli in sesto, sempre nel caso in cui l’assunzione venga fatta in modo regolare a continuativo.

E’ necessario comunque provvedere a una cura complessiva del cuoio capelluto attraverso l’uso di shampoo e balsamo naturali e delicati.

Non è consigliabile usare per troppo tempo dei prodotti aggressivi, che nella maggior parte dei casi rischiano di danneggiare i capelli rendendoli sfibrati, spenti e secchi.

Inoltre i pori rischiano di ostruirsi col tempo e la crescita può essere compromessa o rallentata. Come dicevamo è poi fondamentale correggere la propria alimentazione e cercare di tenere i livelli di stress non troppo alti. Un altro fattore importante per la salute dei capelli è ovviamente la pulizia;

Come trattare i capelli

bisogna innanzitutto lavarli con prodotti il più possibile delicati, la nostra cute è infatti molto sensibile e ripetiamo che determinati shampoo aggressivi ad esempio potrebbero danneggiarla.

Anche la piastra va usata sempre a temperature non troppo elevate; anche l’utilizzo del phon, quando è possibile andrebbe sostituito dall’uso di un asciugamano.

Tornando alla vitamina B8, aggiungiamo che è una vitamina idrosolubile utile per contribuire un normale metabolismo energetico cellulare e per mantenere i macronutrienti.

La biotina favorisce oltre che il mantenimento di capelli, anche quello delle membrane mucose e della pelle. Grazie al suo sostegno aiuta il fisiologico funzionamento del sistema nervoso e contribuisce alla naturale funzione psicologica.

Insieme alle unghie, come dicevamo i capelli sono costituiti prevalentemente da cheratina. La biotina aiuta a costruire una cheratina più forte e attiva il metabolismo delle cellule che si replicano maggiormente, con effetti positivi sulla crescita dei capelli.

In particolare questa vitamina va a creare una cheratina più dura, quindi le squame della pellicola esterna dei capelli risultano più legate e il capello appare più lucido e bello.

Biotina contro l’infiammazione

Per esempio, a proposito di rischio cadute, è utile anche quando si verificano dermatiti; in quel caso ha un effetto di regolazione dei processi infiammatori perché regola l’accumulo degli acidi grassi saturi che danno luogo all’infiammazione.

Per questo viene utilizzata spesso come coadiuvante sia per il trattamento della dermatite seborroica sia per altre patologie infiammatorie.

In molti casi può capitare che determinati alimenti non vengano consumati in misura sufficiente a causa di intolleranze, allergie o per abitudini alimentari e diete restrittive.

In questi casi si può assumere la Biotina anche sotto forma di capsule da assumere per due o quattro mesi, ma si arriva anche fino a sei mesi in caso di bisogno; si può assumere da sola o in qualche caso abbinata alla vitamina D. Come per tutti gli integratori, anche in questo caso sarà bene chiarire gli eventuali effetti collaterali, qualora siano presenti e, se questo tipo di integratori siano sani per chiunque li assuma.
Ebbene
, la risposta è positiva e confermata da studi scientifici che ci dimostrano come addirittura viene prescritta nei primi mesi di gravidanza e non c’è praticamente nessuna controindicazione. Come tutti gli integratori va assunta al bisogno senza esagerare; è sempre consigliabile assumerla al pasto,

I principali ingredienti sono gli agenti di carica: Calcio fosfato dibasico, Cellulosa microcristallina. Antiagglomeranti: Acido stearico vegetale, Magnesio stearato vegetale, Biossido di silicio. Addensante: Sodio carbossimetil cellulosa. D-Biotina.

Scritto da Luca Donati

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.