Ivana Spagna rifatta: ritocchi della cantante anni ’90

Ivana Spagna biografia e carriera

Ivana Spagna nasce il 16 dicembre 1954 a Valeggio sul Mincio. Nel 1971 la casa discografica “Dischi Ricordi” da alla giovane cantante una prima occasione per iniziare la sua carriera con un contratto discografico e le fa incidere la canzone, senza successo, “Mamy blue”. Terminata la collaborazione, l’etichetta produttrice sceglie però di non rinnovarle il contratto. Presto arrivano i primi successi, in particolare negli anni ’60, quando la cantante si esibisce all’interno di discoteche e balere, in compagnia del proprio gruppo, denominato “Opera madre”. Successivamente comincerà la carriera da solista con alcuni brani per la disco music dell’epoca. Il vero esordio giunge nel 1986 quando la cantante autoproduce “Easy lady” e “Jealousy”, due canzoni dance che le fanno raggiungere notorietà a livello internazionale.

In Italia solo a seguito del consolidato successo all’estero la Sony Music deciderà di mettere la donna sotto contratto.

Spagna si inserisce in un mondo, quello dei Vip, da sempre caratterizzato dai trattamenti di bellezza e che ha sempre visto nel bisturi, un modo per apparire sempre giovani e belli; allo stesso modo difficilmente le star amano parlare dei loro ritocchini estetici.

Nel caso di Ivana Spagna invece si va controcorrente, perchè lei spiazza tutti e confessa: “La mia prima volta è stata a sedici anni per un naso che mi rovinava l’esistenza. In questi casi è giusto correggersi. Oggi mi massacro di ginnastica, faccio un costante lavoro attivo su me stessa e mangio sano. Mi ricordo che a Sanremo, mentre condivo un’insalata, un ragazzo si stupì di quanto olio stessi versando sulle tenere foglie. Da allora piano piano mi sono avvicinata a una alimentazione sana… salvo eccezioni”. Tutti buoni propositi spesso legati, come anche nel suo caso anche alla ricerca del vero amore; di recentemente infatti la cantante aveva confessato di essere sempre alla ricerca del vero amore ma adesso si mostra meno ottimista: “Confesso di essere stata un pò bugiarda con me stessa: in effetti non ci spero più. Mi prenoto per la prossima vita! Sono .piena di amori pelosi e mi bastano. Sono fedeli, gelosi e affettuosi”. Per Spagna, l’uomo ideale è il risultato di un insieme di qualità e dichiara: “Per me l’onestà e la sincerità vengono prima di tutto nelle relazioni, senza fiducia non c’è principe che tenga. La passione da sola non è sufficiente. Una bugia e crolla tutto”.

Il suo sogno era quello di fare la ballerina ma proprio con i successi di Easy Lady e Call me è arrivata a battere anche Madonna e Michael Jackson.

Ivana Spagna canzone Re Leone

È stata scelta da Elton John per la versione italiana di The Circle of Life, tema del Re Leone. Pippo Baudo l’ha voluta a Sanremo, dove nel 1995 ha stupito tutti con la sua Gente come noi. Occhi azzurri e timbro avvolgente, è fra le voci italiane più belle in assoluto. Tornata da poco alla dance è vicina ai 30 anni di carriera.

Ivana Spagna chirurgia estetica

Ivana, prima dei trattamenti di bellezza e degli interventi chirurgici a tutti noti, non trascura comunque il fattore “anima”; per lei infatti, come ha dichiarato in occasione di interviste, la bellezza è sinonimo di bontà. Se poi si intende fisicamente, la bellezza secondo Spagna, traspare dalla luce degli occhi.

Per quanto riguarda il fisico, oltre agli aggiustamenti sul suo viso, tutti i giorni dedica del tempo all’attività fisica; dieci minuti a/l vogatore, un quarto d’ora sull’ellittica, venti minuti di tapis roulant e addominali, perchè si sa, per il fisico non c’è chirurgia che tenga. Poi tantissimi integratori, come la vitamina c, il magnesio e il selenio.

Su tutto il resto ha mostrato la sua onestà e non ha mai nascosto il rapporto con la chirurgia estetica.

Come dicevamo il primo intervento fu a 16 anni sul naso, anche se nel corso degli anni è stato ritoccato altre due volte. Ha dichiarato tra le altre cose che, per chi non lo sapesse, il naso e le orecchie crescono per tutta la vita. Si è sempre dichiarata, a favore della chirurgia, specialmente quando il difetto diventa difficile e influenza la sfera psicologica della persona.

Quando era piccola infatti, aveva questo problema con il suo naso, che quando si trovava insieme alle sue amiche nascondeva dietro una collezione di occhiali molto grandi.

I suoi genitori pur non avendo molti soldi la fecero operare, facendole un grandissimo regalo, come ha dichiarato lei stessa.

Ivana Spagna ha svelato anche un particolare; per risparmiare sull’operazione fece solamente l’anestesia locale, sentendo per tutto il tempo dll’intervento la voce del chirurgo estetico che le ripeteva “dai piccolina abbiamo quasi finito”.

Col passare degli anni, ha confessatto che c’è stato un periodo della sua vita in cui era terrorizzata dall’idea di diventare decrepita.

Oggi invece cerca appunto solo di arginare il problema con ginnastica, alimentazione sana e integratori.

Ivana Spagna alimentazione sana e ginnastica

Tuttavia ha deciso di non ricorrere più alla chirurgia, ha troppa della pericolosità che si nasconde comunque dietro a quel tipo di operazioni. Tuttavia, non ha abbandonato la voglia di trasformismo estetico attraverso il trucco e gli effetti speciali, in cui il tema del ringiovanimento la fa sempre da padrone; infatti in occasione del Gay Pride Mondiale a Barcellona ha presentato il suo nuovo singolo dance Straight to hell, che parla di una relazione sbagliata al punto da trascinare all’inferno. Nel videoclip originalissimo si vede la sua trasformazione a seconda delle varie età.

Ha dichairato che l’idea le è venuta guardando il film Il curioso caso di Benjamin Button; rimasta colpita da quel cerchio della vita al contrario, ha voluto trasmettere le stesse emozioni e sensazioni.

In particolare attraverso il gesto che nella clip finale fa “da anziana”, come per salutare e lasciare il posto alla nuova piccolissima vita.

Una trasformazione straordinaria, per la quale Spagna si è affidata al truccatore Premio Oscar Manlio Rocchetti.

Il calco del viso le è stato fatto proprio da lui, il mito italiano dei truccatori, che si è occupato fra i grandissimi di Al Pacino, Robert De Niro, Sean Connery, George Clooney, Jack Nicholson.

Le protesi invece sono della bravissima Maria Luisa Maurelli, che fra i tanti lavori importanti si è occupata anche del programma tv Tale e quale Show.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.