Barbara D’urso chirurgia estetica : cosa si è rifatta?

Barbara D’urso rifatta?

La nostra amata Barbara D’urso è diventata ormai la regina indiscussa dei salotti televisivi pomeridiani. Ha già superato la soglia dei 60 anni, ma appare sempre in splendida forma e senza neanche una ruga sul volto. Merito di madre natura o di qualche ritocchino estetico?

La conduttrice ha sempre negato di essere ricorsa alla chirurgia estetica, affermando sempre che il suo aspetto fisico è del tutto naturale.

Ma come si può arrivare a 60 anni e mantenere ancora un pelle straordinariamente liscia, un seno florido e prosperoso ed un fisico da fare invidia a quello di una ventenne? Pare che il segreto di Barbara sia solo tanta attività fisica, ed un’alimentazione sana ed equilibrata.

Ma davvero basta così poco per essere in perfetta forma anche quando non si è più così giovanissime? Molti sono convinti di no, e che in realtà la D’Urso si sia fatta aiutare dal chirurgo plastico.

Gli interventi estetici che vengono imputati alla conduttrice sono diversi. Al primo posto ci sta il caro vecchio botox. Molti infatti sono convinti che Barbara se lo sia fatta iniettare su guance fronte e zigomi.  Impossibile infatti avere una pelle così liscia senza nemmeno una ruga. i più maligni sospettano anche di una tiratina in su, visto che va tanto di moda tra le star.

Un’altro ritocchino al quale si sarebbe sottoposta la D’urso sarebbe quello al naso. Ma se poi osserviamo le foto di qualche anno fa, vediamo che comunque forma e dimensioni sono rimaste più o meno inalterate. Lo stesso dicasi per il seno.

Le foto che ritraggono la D’urso negli anni 70-80, mostrano già l’attrice con un seno florido e prorompente, l’intervento al décolleté è quindi da scartare.

Barbara D’Urso biografia

Barbara D’urso, all’anagrafe Maria Carmela D’urso è nata a Napoli il 7 maggio del 1957. Il padre era originario della provincia di Potenza, mentre la madre di Reggio Calabria.

Barbara perse la madre a soli 11 anni, e a 18 si trasferì a Milano per riuscire ad entrare nel mondo della moda. Il padre però non era d’accordo, e per questo motivo i rapporti col genitore si raffreddarono.

Il debutto in televisione

Barbara, però non riuscì a debuttare come modella a causa dell’altezza fuori dagli standard richiesti. Ripiega così sulla carriera di showgirl, e debutta nel 1977 a Telemilano 58 proprio con il nome di Barbara, perché Maria Carmela venne giudicato troppo meridionale.

Partecipa così al programma Goal accanto a Teo Teocoli, Diego Abatantuono, Giorgio Porcaro e Massimo Boldi.  Successivamente lavorò anche come annunciatrice televisiva e valletta al fianco di Claudio Lippi.

Nel 1978 Barbara D’urso passò alla Rai, dove partecipò al programma di Rai 2 Stryx. La sua partecipazione a questa trasmissione, viene tutt’oggi ricordata a causa di un sexy balletto che Barbara fece in topless. Il programma venne poi censurato dalla Rai, perché i suoi contenuti furono ritenuti troppo scandalosi.

Il 1979 la vide partecipe del programma Che combinazione, in onda sempre su Rai 2. L’anno seguente invece affiancò Pippo Baudo nella conduzione di Domenica in in onda su Rai 1.

La carriera di attrice

Barbara D’urso debuttò sul grande schermo nel 1982 con il film Erba Selvatica. A questo primo film, ne seguirono poi altri come Blues metropolitano e Vogliamoci troppo bene. La carriera della D’urso come attrice, sbarcò anche in televisione. in questi anni, infatti, recitò anche in numerose serie televisive come Delitto in via Teulada, La Casa Rossa e Skipper.

Barbara D’urso negli anni 90 : prima e dopo

Dopo aver recitato in numerosi film e fiction tv, negli anni novanta la D’urso tornò alla conduzione di programmi televisivi sulla rete Mediaset. Nel 1996 condusse la trasmissione Agenzia, che andava in onda il sabato pomeriggio.

Durante la stagione 1996-1997 tornò nuovamente in Rai per condurre Mattina in Famiglia e Mezzogiorno in Famiglia, accanto a Tiberio Timperi. Parallelamente al suo lavoro di attrice, Barbara trovò anche il tempo di girare qualche fiction tv. Nel 1998 prese parte infatti a Le ragazze di Piazza di Spagna.

Nel 1999 prese parte ad un paio di film  Il manoscritto di Van Hecken, e Tutti gli uomini del deficiente. Sempre in quell’anno recitò anche a teatro nella commedia E meno male che c’è Maria, assieme ad Enrico Montesano.

Barbara D’urso negli anni 2000

Anche negli anni 2000 Barbara si dedicò alla sua carriera di attrice. Nel 2001 girò la miniserie televisiva Donne di mafia, mentre nel 2002 recitò a fianco di Marco Columbro nella sitcom Ugo. Nell’estate dello stesso anno, tornò anche a teatro dove prese parte allo spettacolo Lisistrata. 

Dal 2003 in poi Barbara D’urso cominciò a condurre diversi reality come il Grande fratello che condusse per tre edizioni consecutive, La fattoria che condusse per 2 edizioni; e poi Circus, partito nel 2006 ma poi interrotto solo dopo un mese a causa degli ascolta; e Un due Tre Stella nel 2007,anche questo un reality che non ha riscosso parecchio successo.

Sempre negli anni 2000, Barbara si dedicò molto alle fiction tv. Prese parte infatti ad Orgoglio, Noi, Una donna scomoda e Rocco. 

Nel 2005 girò anche la fiction Ricomincio da me, mentre al cinema prese parte al film Per giusto Omicidio. Nel 2006 conduce invece il programma di canale 5 Lo show dei Record.

Dal 2007 fino ad oggi è alla conduzione di due programmi che hanno riscosso un grande successo in questi dieci anni: Pomeriggio 5 e Domenica Live. Mentre a partire dal 17 aprile 2018 la vedremo nuovamente al timone della nuova edizione del Grande Fratello.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.