Subcision cicatrici acne

La parola subcision riguarda una tecnica chirurgica che non prevede alcun tipo di incisione e viene effettuata nella zona sottocutanea. 

Il tutto avviene attraverso una puntura, tramite un ago ipodermico.

Così facendo, si creano delle delimitazioni nella parte interna dell’epidermide.

Questa procedura, è molto frequente per il trattamento di cicatrici da acne, molto diffusa tra i giovani. 

Le cicatrici però, restano anche dopo l’adolescenza, generando una specie di inestetismo. 

Per molti, le cicatrici da acne risultano essere un vero e proprio disagio psicologico e di conseguenza, decidono di ridurle con la subcision

Principalmente, l’acne si presenta sul viso ma in alcune persone anche sul torace o sulla schiena.

Subcision come funziona

La subcision è una procedura abbastanza semplice e che porta a degli ottimi risultati.

Tramite l’utilizzo di un ago ipodermico super sottile, si agisce sull’area corrispondente ai setti fibrosi. 

Quest’ultimi, rappresentano una specie di terreno fertile per le cicatrici da acne

Una volta raggiunta l’area interessata, la subcision fa in modo che i setti fibrosi si rompano.

Di conseguenza, c’è un rialzo dell’epidermide che a sua volta determina il processo di cicatrizzazione.

In questo modo, la pelle sarà ripristinata. 

Subcision fa male 

La subcision non fa assolutamente male ed è una procedura chirurgica decisamente soft.

Tra l’altro, dura poco tempo, il che riduce notevolmente le possibilità che il paziente possa percepire fastidi.

Inoltre, quasi sempre si fa ricorso ad un’anestesia in crema. Ciò significa che la zona specifica viene addormentata, non comportando alcun tipo di disagio.

Al massimo (proprio in casi eccezionali) si va incontro all’anestesia locale. Ma anch’essa implica il fatto che si andrà ad addormentare soltanto l’area interessata.

Regole comportamentali

Una volta che si decide di sottoporsi alla procedura di subcision, bisogna attenersi ad alcune regole comportamentali.

Quest’ultime, dovranno essere seguite in particolar modo nella fase di post “intervento”, senza sottovalutarle in alcun modo.

Attenendosi ad esse, il paziente avrà modo di guarire più velocemente. Scopriamole insieme! 

  • Mantenere la pelle pulita e idratata
  • Prediligere l’utilizzo di saponi neutri 
  • Non utilizzare cosmetici non naturali
  • Escludere i prodotti viso o corpo contenenti parabeni
  • Non assumere medicinali salvo prescrizione medica
  • Non toccare le cicatrici con le dita 
  • Evitare qualsiasi tipo di lozione contenente parabeni o altre componenti chimiche

Per qualsiasi tipo di dubbio, rivolgetevi sempre ad un medico esperto nel settore, che eventualmente potrebbe prescrivervi dei medicinali (ad esempio pomate o antibiotici) che vi consentiranno di guarire repentinamente. 

Tuttavia, diffidate di tutte quelle figure poco competenti. Questo perché potreste andare incontro ad un trattamento poco professionale.

E’ vero che non si tratta di un intervento di grande entità ma non va comunque sottovalutato, in quanto ci mettete di mezzo la vostra faccia (o anche altre parti del corpo).

Infatti, nel caso in cui dovessero esserci degli errori durante la procedura chirurgica, a pagare le conseguenze ci sarete soltanto voi.

Subcision controindicazioni

Come vi abbiamo detto poco fa, la subcision è una tecnica estetica abbastanza sicura. 

Allo stesso tempo però, non bisogna escludere alcune possibili complicanze che si potrebbero verificare principalmente nella fase successiva all’intervento.

Infatti, il paziente potrebbe rilevare degli ematoma o un senso di gonfiore. Quest’ultimo fattore è del tutto normale, specialmente nelle ore seguenti e non deve destare alcun tipo di preoccupazione.

L’importante, è seguire le regole comportamentali sopra citate ed aspettare.

Nel giro di qualche giorno, la vostra pelle tornerà sempre di più rinata.

Tuttavia, nell’eventualità in cui doveste accusare forti dolori anche una o due settimane dopo la subcision, effettuate un controllo medico.

Così facendo, avrete modo di comprendere quale sia la causa principale ed eventualmente procedere con una cura di antibiotici.

Rimedi naturali

Per chi non si sentisse sicuro nel voler affrontare una procedura di subcision, può benissimo pensare di trattare l’acne in maniera naturale.

Ovviamente, nel caso in cui dovessero esserci della cicatrici, i risultati potrebbero non essere paragonabili a quelli offerti dalla chirurgia.

Tuttavia, tra i vari metodi naturali troviamo: le creme, le pomate, le maschere, gli sciroppi, le tisane e gli impacchi preparati homemade.

Tra gli ingredienti che risultano essere utili per il trattamento di acne, troviamo:

  • L’estratto di ippocastano
  • La bardana
  • L’amamelide
  • Il biancospino
  • L’aloe vera gel
  • L’argilla
  • Il carciofo
  • La calendula

In alternativa, si può benissimo optare per l’assunzione di fermenti lattici, integratori prescritti dal medico o olii essenziali, a base di:

  • Origano 
  • Limone
  • Cedro
  • Timo
  • Mirto 
  • Bergamotto
  • Arancio amaro

E tanto altro ancora… 

Infine, bisogna ricordare di apportare una serie di modifiche al proprio stile di vita, specialmente dal punto di vista alimentare. 

A prescindere dalle questioni ormonali, spesso l’acne può essere una conseguenza ad una dieta sbagliata, a base di cibi grassi e poco salutari. 

Pertanto, si consiglia vivamente di rivedere un attimo l’alimentazione, perché il problema potrebbe risiedere proprio lì. 

Cicatrici acne tipologie

Dopo aver ben compreso cosa sia la subcision, parliamo nello specifico delle cicatrici da acne.

È importante essere a conoscenza del fatto che si possono trovare di tantissime tipologie. Infatti, si classificano in:

  • Non depresse
  • Discromiche
  • Ipertrofiche
  • Atrofiche

Quest’ultime, si suddividono a loro volta in più categorie, a seconda della gravità.

Pertanto, si parla di:

  • A scodella (facili da trattare) 
  • A box-car (di media entità) 
  • Ice-pick (più complesse) 

Molte persone, decidono di trattare le cicatrici da acne principalmente per una questione psicologica. 

Se localizzate sul viso, risulta molto più difficile nasconderle e per tale motivo, il soggetto che ne è affetto si sente spesso in imbarazzo. 

Di conseguenza, le cicatrici da acne diventano per lui un problema molto più grande di quello che è realmente. 

Pensate che alcuni decidono persino di ridurre la vita sociale, proprio per la paura di essere derisi. 

Tale fattore non deve indurre ad isolamento. E tra l’altro, le alternative per poterle eliminare sono davvero tante. 

Infatti, oltre alla subcision e ai metodi naturali, si può optare per il laser CO2 frazionato, il laser classico, il filler, il peeling, il needling e tanto altro ancora.

Come potete ben vedere, eliminare le cicatrici da acne non è una missione impossibile.

E anche se lo fosse, non ci sarebbe alcun problema, poiché si tratta di un semplice disagio estetico che non deve in alcun modo andare a limitare la vita quotidiana.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.