Prodotti solari: approccio alternativo

Non tutti i prodotti solari sono a base di filtri chimici o fisici. Infatti Jean Noel Thorel ha individuato una strada alternativa per proteggere la pelle il che risulta una buona notizia soprattutto per chi ha difficoltà a tollerare certe molecole.

Infatti secondo questo biologo è molto meglio adattare la pelle al sole invece che iperproteggerla.

La melanina ad esempio è il pigmento naturale in grado di assorbire i raggi ultravioletti e i radicali liberi ed è un ottimo sistema di difesa per la pelle. A causare danni infatti è la dose di sole ricevuta.Va contrastata con elementi biologici specifici che possano favorire l’adattanmento della pelle ai raggi solari.

Si tratta di molecole diverse: alcune impediscono il rischio d’ infiammazione dovuto agli ultravioletti, altre agiscono da antiossidanti per prevenire l’ invecchiamento della pelle. Quelle a base di vitamine o di licopene proteggono anche l’ organismo. La filosofia dei solari Esthederm si basa sul concetto che non tutti i tipi di pelle sono uguali e che quindi non rispondono allo stesso modo al sole. In particolare abbiamo quattro tipi di pelle: normale, sensibile, intollerante e iperpigmentate. In più vi sono quattro tipi di sole: dolce, normale (quello europeo), estremo ( quello tropicale) e proibito ( a picco, dalle ore 12:00 alle 15:00). Infine vi è un diverso tipo di sole in base alla stagione. L’ obbiettivo dei solari Esthederm è quello di fornire a tutti e quattro i tipi di pelle le risorse necessarie per autodifendersi; anche per questo questi solari sono privi di indice di protezione.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.