Conoscere ed evitare una congestione

Un pericolo che in vacanza, al mare o il piscina o in qualsiasi ambiente acquatico va evitato è quello di rischio di congestione.

Si tratta di un malessere che si manifesta quando una persona entra nell’ acqua fredda dopo un pasto abbondante, nel pieno svolgimento della digestione.

Durante il processo digestivo, nella zona dell’ addome arriva una maggiore quantità di sangue, a cui ne consegue un aumento della temperatura che permette allo stomaco e agli altri organi di scomporre meglio il cibo.

Se la zona addominale viene a contatto con l’ acqua fredda durante la digestione, la temperatura si abbassa improvvisamente e il processo digestivo si blocca. La stessa cosa può avvenire se si beve una bevanda fredda poco dopo il pasto. I sintomi della congestione sono: dolore addominale e al torace, crampi, sudorazione fredda e svenimento.

Il malessere espone anche al rischio di annegamento, in più la perdita dei sensi impedisce di tenersi a galla. Ricordiamo quindi che è un pericolo che si corre anche in piscina o in corsi d’acqua, soprattutto nei punti dove l’ acqua è piu fredda, profonda o esposta a correnti fredde.

Quindi è bene aspettare sempre almeno tre o quattro ore dopo un pasto o anche di più, se si è mangiato cibo abbondante o che richiede una lunga digestione.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.