Afrodisiaci naturali consigli

afrodisiaci naturali

 

Scriveva Isabel Allende nel suo libro Afrodita che “l’unico afrodisiaco davvero infallibile è l’amore. Niente può smorzare la passione che si accende tra due persone innamorate. L’amore, come la fortuna, giunge quando meno te lo aspetti. Ti scaraventa nella confusione e svanisce come la nebbia quando vorresti trattenerlo. Le sue proprietà stimolanti sono quindi un lusso riservato a pochi fortunati, ma precluso a chi non è stato trafitto dal suo dardo. E allora bisogna ricorrere alla varietà, al secondo posto nella graduatoria dei più potenti afrodisiaci”.

Col termine afrodisiaco, derivato dalla dea greca dell’amore Afrodite, intendiamo una sostanza capace di generare stimoli erotici e di risvegliare l’interesse sessuale sopito.

Ma esistono davvero in natura sostanze in grado di riaccendere la fiamma della passione? Anche se la tradizione riporta una moltitudine di cibi, erbe e bevande che dovrebbero risvegliare i sensi va detto che non è mai stata provata una relazione scientifica tra queste sostanze e il desiderio sessuale. In fin dei conti l’intesa amorosa è data soprattutto dal legame e dall’affiatamento col partner, ed è profondamente legata a fattori psichici, non solo a stimoli fisici.

I rimedi erboristici e i cibi afrodisiaci consigliati in  caso di calo del desiderio sessuale sono molti, ma come accade per altri prodotti di origine naturale e non sintetica nella maggior parte dei casi la loro efficacia è strettamente legata alla convinzione di chi li usa che essi siano efficaci.

Per quanto riguarda i prodotti erboristici l’estratto vegetale col maggiore potere afrodisiaco è la Yohimbina, che viene estratta dalla corteccia di un albero africano e contiene un alcaloide molto potente che veniva utilizzato in passato per la cura della disfunzione erettile. Questa sostanza ha la capacità di dilatare i vasi del pene aumentando l’afflusso di sangue e favorendo l’erezione, ma comporta una serie di gravi effetti collaterali come emicrania, insonnia e ipertensione e nel corso degli anni ne è stato vietato il commercio in alcuni paesi.

Esistono allora erbe afrodisiache sicure? Ve ne sono sicuramente alcune che possono essere assunte dietro consiglio dell’erborista senza rischiare alcun tipo di effetto collaterale, come la Maca delle Ande, la Damiana, la Muira Puama e il Ginseng. Le opinioni  su queste sostanze sono però discordanti, perché se da una parte ci sono studi che ne assicurano l’efficacia ne esistono altrettanti che dicono l’esatto contrario.

Per quanto riguarda i cibi ne esistono alcuni che per le sostanze in essi contenute possono aumentare il desiderio sessuale o migliorare le prestazioni. Ne citiamo alcuni tra i più famosi.

Cioccolato: il cioccolato puro contiene una serie di composti che liberano dopamina nei centri del piacere del cervello e picchi durante l’orgasmo; inoltre contiene un componente fondamentale della serotonina, che procura un senso di benessere generalizzato e una sensazione di rilassamento che possono migliorare il piacere durante l’atto sessuale

Peperoncino: Il peperoncino contiene capsaicina, che aiuta il rilascio di endorfine , aumenta il metabolismo e migliora la circolazione, tutte risposte che amplificano quelle del corpo durante il sesso.

Sedano: il sedano contiene un ormone maschile , l’androsterone, che si pensa venga rilasciato dall’ uomo durante il rapporto tramite il sudore, fungendo da feromone e aumentando il desiderio sessuale nella donna. I romani lo consideravano un forte afrodisiaco e lo associavano a Plutone, il dio degli inferi ma anche del sesso

Miele: il miele contiene una sostanza, il boro, che aiuta a metabolizzare l’uso degli estrogeni, gli ormoni femminili. Sembra che sia anche in grado di aumentare il livello di testosterone negli uomini, amplificando il desiderio sessuale.

Numerose altre piante e cibi hanno la reputazione di essere afrodisiaci, ma nella maggior parte dei casi non esiste una ragione scientifica che supporti queste credenze.

Insomma, sembra evidente che in molti casi la presunta efficacia di alcuni afrodisiaci naturali deriva da credenze popolari e locali senza veri studi che ne supportino la fama.

Se la mancanza di desiderio sessuale è di una certa importanza la cosa più sicura è rivolgersi a uno specialista, che potrà risolvere il problema  coadiuvandosi con un erborista e uno psicologo.

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.