Alito profumato rimedi

Forse non tutti sanno che uno dei problemi maggiori che assilla la gente è proprio il non avere un alito profumato. Molti di noi presentano il problema dell‘alitosi che oltre ad essere un problema sociale (immaginate la figuraccia davanti agli altri mentre si parla) e anche un problema medico.

Come fare quindi per avere sempre un alito profumato?

Ricordiamo che lavare i denti spesso non basta e neppure l’utilizzo del colluttorio.

Pur lavandosi regolarmente i denti, non fumando ed evitando cibi dai sapori forti, può capitare di avere comunque  un alito cattivo.

Sapete perchè?

La risposta sta nel fatto che  non sempre la causa dell’alitosi risiede nel cavo orale, ma può derivare dalle difficoltà digestive o dall’irregolarità intestinale, fattori che possono produrre gas o composti volatili che, se l’organismo non riesce velocemente a inattivare, entrano in circolo e vengono eliminati attraverso i polmoni, con la respirazione.
Vediamo quali possono essere i rimedi

Con l’olio essenziale di finocchio, ad esempio, o con integratori specifici di fibre che, oltre a regolarizzare l’evacuazione e velocizzare il transito, riducono i gonfiori di stomaco e pancia e i conseguenti dolori al basso ventre. Per effettuare un ripulisti generale dell’organismo, si possono utilizzare piante come il carciofo, il tarassaco, la genziana, il cardo mariano, l’aloe vera e il cardamomo, che aiutano ad eliminare le tossine, a far lavorare bene i reni e il fegato e a migliorare la digestione, evitando così il ristagno del cibo.

Quanto alle fibre “anti-stipsi”, come quelle fornite da alimenti integrali o frutta con la buccia e verdura cruda, in molti si domandano quante se ne dovrebbero assumere nel corso della giornata per ottenere effettivi benefici.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.