Allergia al Nichel , sintomi e cure

I problemi legati alle allergie sono sempre più frequenti: notissime sono quelle ai pollini o alle graminacee, ma una diffusissima è anche quella al nichel.

Un minerale che non troviamo solo negli oggetti ma anche in moltissimi alimenti.

Lenticchie, cacao, liquirizia , fagioli ma anche in molti frutti e verdure come funghi, pomodoro o kiwi.

Quali sono i sintomi che possono velarci i sintomi per capire che siamo allergici a questo elemento?  Tra i più comuni troviamo pruriti e dermatiti, gonfiori, senso di stanchezza, nausea e male alla testa.

Per capire se veramente soffriamo di questa allergia possiamo effettuare un test cutaneo, il patch test, nel quale ci verrà applicato sul braccio un cerotto che rilascerà lentamente nichel: se saremo allergici la nostra pelle si arrosserà e creeranno piccole vesciche.

Ecco tutte le cose che si dovranno evitare in caso esito positivo del test. Tutti i cibi  in scatola, ma anche aringhe, ostriche, asparagi, funghi, cipolle, spinaci, pomodori, legumi, lattuga, carote, farina integrale, farina di mais, tè, cacao,lievito chimico. Nella frutta evitiamo pere, prugne, uva passa, nocciole, mandorle, arachidi.

In modica quantità invece possiamo consumare farina 00, riso brillato, cavoli, cetrioli, caffè, olio di oliva, uova. Da consumare liberamente tutte le carni e il  pesce, latte e patate. Oltre all’alimentazione, chi soffre di questa allergia deve evitare di indossare indumenti e gioielli che lo contengono.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.