Drenotaping estetico: cos’è e come funziona

Con il termine drenotaping si fa riferimento ad una procedura estetica basata sul trattamento della cellulite, delle cicatrici e di tutti quegli inestetismi della pelle, generati da un ristagno dei liquidi.

Pertanto, tramite questa tecnica innovativa si applicano alcune fasce sulla cute, le quali svolgono una funzione detox e stimolante.

Dopo alcune sedute di drenotaping, la pelle risulta quasi rinnovata. Questo perché la famosa “buccia d’arancia” si riduce in maniera notevole e il vostro corpo apparirà decisamente più rassodato e giovanile.

Drenotaping come funziona

Come vi abbiamo accennato poco fa, il drenotaping estetico richiede l’utilizzo di alcune fasce adesive.

Quest’ultime si applicano nelle zone più critiche e maggiormente soggette a ritenzione idrica (come ad esempio cosce, glutei, fianchi) e possono essere di vario colore.

Una volta posizionate sulla pelle, svolgono una duplice funzione, ossia drenante ma allo stesso tempo analgesica. Di conseguenza, i nastri adesivi riescono a sollevare un po’ di cute, favorendo lo spazio tra i tessuti e la circolazione dei fluidi.

Ma non è tutto. Si va a creare un vero e proprio catabolismo di acidi grassi e si riduce gran parte dei dolori muscolari o comunque dell’epidermide.

Drenotaping risultati

Molte persone, prima di sottoporsi ad un drenotaping estetico, risultavano diffidenti.

Ma dopo aver provato il trattamento, hanno notato grandi cambiamenti. Infatti, i cerotti posizionati sulla pelle sono davvero in grado di eliminare delle porzioni di grasso e i cuscinetti della cellulite.

Ad esempio, c’è chi è riuscito a perdere più di 5 cm di giro coscia, proprio perché il volume era dato da un problema di circolazione, causato per l’appunto dalla ritenzione idrica.

Grazie al drenotaping, è davvero possibile eliminare alcune parti di tessuto adiposo e sempre più gente si dichiara soddisfatta, indossando una taglia in meno di vestiti (specialmente per quanto riguarda i jeans).

Drenotaping dove si fa

In Italia, esistono diversi centri specializzati di drenotaping.

Fino a qualche anno fa, si trattava di una pratica poco conosciuta ma nell’ultimo periodo sta riscontrando un successo non indifferente.

Proprio per tale motivo, diversi esperti nel settore dell’estetica, hanno pensato di avviare dei centri dedicati solo ed esclusivamente a questo trattamento.

Nei centri per drenotaping, avrete la possibilità di sottoporvi al linfodrenaggio e all’applicazione dei nastri.

Ovviamente, in alcuni casi ci sarà bisogno di diverse sedute, poiché i risultati si potranno vedere in maniera ottimale nel corso del tempo.

Drenotaping costi

A questo punto ci si chiede: quali sono i costi del drenotaping?

Fornire una risposta dettagliata è alquanto difficile. Questo perché bisogna prendere in considerazione una serie di variabili, come ad esempio il centro di riferimento, il numero di sedute effettuate e le zone da trattare.

Pertanto, i prezzi cambiano a seconda del caso specifico. Tuttavia, facendo una stima generale, possiamo dire che una singola seduta di drenotaping può andare dai 50 ai 100 euro.

Drenotaping corsi

Per chi fosse interessato al mondo del drenotaping, può benissimo pensare di seguire dei corsi in cui avrà modo di conoscere tutte le tecniche utilizzate, sia a livello teorico che pratico.

Ad esempio, per quanto riguarda la teoria, potrete scoprire la storia del taping, le tipologie di nastri, il loro utilizzo legato al drenaggio e alla funzione analgesica, i tessuti coinvolti e via dicendo.

Mentre, per quanto riguarda la pratica, si avrà l’occasione di effettuare le applicazioni (e le rimozioni) vere e proprie, specializzandosi nel taglio, nella preparazione e a tutte le altre metodologie.

Drenotaping ulteriori consigli

Il drenotaping non può effettuarlo chiunque.

Questo perché bisogna far riferimento ad una serie di fattori importantissimi, quali l’età e lo stato di salute dell’individuo.

Di conseguenza, prima di sottoporsi a tale procedura estetica è bene rivolgersi al medico di fiducia (giusto per stare sicuri).

Inoltre, pur non essendo un trattamento invasivo, valutate bene il centro di riferimento, in modo tale da non mettersi nelle mani di una persona inesperta.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.