Le tinture provocano tumori?

Sono nocive le tinture per la salute? E se così fosse, quali malattie potrebbero provocare?

Negli ultimi anni si parla spesso degli ipotetici problemi che le tinture per i capelli potrebbero provocare. Alcuni ricercatori degli Stani Uniti d’America hanno puntato il dito contro le tinture, accusate di aver provocato tumori alla vescica e linfomi chiamati “non Hodgkin” ad alcune donne. Nel 2001 un’università di Los Angeles ha condotto uno studio proprio sulle tinture e i risultati di tale ricerca sono stati davvero sconcertanti: su 1514 casi di tumori alla vescica presi in considerazione, 897 erano di donne che facevano largo uso di questi prodotti coloranti per capelli. Dati davvero impressionanti!

Le donne che utilizzano le tinture, in particolar modo quelle per permanenti, hanno una maggiore probabilità di contrarre malattie rispetto a chi non le usa. Dopo questo studio si è provveduto ad eliminare tutte quelle tinture “cd ammine aromatiche”, sostanze considerate altamente cancerogene. Ma questo non è l’unico brutale problema che possono causare le tinture infatti possono anche danneggiare in modo irreversibile i capelli: le sostanze della tintura penetrano nella struttura del capello, ledendo la cuticola.

Pur essendoci delle prove scientifiche certissime, i produttori di tinture per capelli, si ostinano a sostenere che questi prodotti non sono assolutamente nocivi e i materiali al loro interno non hanno effetti collaterali. Non lasciatevi abbindolare! L’unica soluzione che si può fare per ridurre al minimo il rischio di contrarre malattie indesiderate è quella di acquistare tinture naturali per capelli che contengono estratti di piante e altri vegetali – nulla quindi che può compromettere la salute! Queste tinture naturali possono essere usate anche in gravidanza, a differenza di quelle a base di ammoniaca.

 

Quindi prima di affidarvi a qualche parrucchiere che utilizza prodotti per capelli non sicuri – perché spesso loro li utilizzano per il basso prezzo -, fate voi attenzione a ciò che mettete sulla vostra testa!

 

 

 

 

 

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.