Peeling fotodinamico: cos’è e a cosa serve

Con l’espressione peeling fotodinamico si fa riferimento ad una terapia volta al trattamento di acne, macchie, psoriasi, alopecia areata e tantissime altre patologie della pelle.

Sfruttando una serie di radiazioni luminose, questa procedura è in grado di distruggere le cellule in questione. Pertanto, si va a produrre una reazione foto-chimica ad intensità modulabile.

Peeling fotodinamico come funziona

Il paziente che decide di sottoporsi a delle sedute di peeling fotodinamico sottopone la propria pelle a dei fasci di luce.

Per far sì che le cellule riescano ad assorbire queste radiazioni luminose, il medico applicherà sulla cute una sostanza fotosensibilizzante. In questo modo, le cellule malate diventeranno sensibili al laser, andando incontro alla totale distruzione.

Solitamente, si utilizza l’acido 5-aminolevulenico 5-ALA. A sua volta, esso si trasforma in protoporfirina IX, la quale consente di portare le cellule protagoniste in uno stato di eccitazione.

Sono tante le persone che scelgono di eliminare le patologie della pelle con il questo tipo di trattamento. I risultati sono visibili sin da subito e il cambiamento risulta essere notevole.

In Italia esistono numerosi centri adibiti alla terapia fotodinamica e stanno riscuotendo molto successo.

Peeling fotodinamico costi

Riguardo i costi, è impossibile definire delle cifre con esattezza.

Questo perché variano a seconda del caso specifico, alla problematica da trattare e al centro estetico di riferimento. In media, il prezzo di una seduta di peeling fotodinamico si aggira sui 100 euro.

Peeling fai da te

Nell’eventualità in cui non si dovessero avere gravi problematiche cutanee, si consiglia vivamente di scartare il peeling fotodinamico, poiché certamente più invasivoecostoso.

In alternativa al trattamento laser presso un centro specializzato, è possibile optare per il metodo fai da te. Esso consiste nell’utilizzo di alcune creme, tonici o sieri in grado di esfoliare la pelle, rendendola liscia, morbida al tatto e pulita in profondità.

A seguire, potete trovare una serie di prodotti consigliati, disponibili anche su Amazon.

Babyface kit per peeling

Il peeling professionale Babyface con il 70% di acido glicolico rimuove le cellule morte dalla prima applicazione, liberando i pori ostruiti, contrastando la pelle opaca e giallastra.

A pH 0,6, questo trattamento con acido glicolico è molto potente ed efficace, quindi raccomandiamo l’uso solo a donne e uomini esperti nell’uso. Il Peeling chimico Babyface è un olio concentrato professionale. Sebbene sia forte, il nostro peeling ringiovanente è in realtà più delicato rispetto a molti altri peeling chimici sul mercato.

La formula speciale BabyFace agisce sulla superficie della pelle danneggiata o morta, favorendo la rigenerazione della pelle, per risultati sorprendenti. Questi peeling chimici contro l’iperpigmentazione rimuovono le imperfezioni, illuminano la pelle e aiutano a ridurre macchie solari, cicatrici da acne e segni dell’età. Solo per uso professionale.

Con un minor tempo di recupero rispetto alla maggior parte dei peeling chimici, Babyface è fantastico per ottenere risultati immediati.

Collistar trattamento peeling

Estratto dalla canna da zucchero, l’acido glicolico è in assoluto la sostanza più utilizzata dai dermatologi per effettuare i trattamenti peeling.

Questo alfaidrossi-acido rimuove le cellule morte superficiali che ostacolano la respirazione cutanea e rallentano il fisiologico turn over cellulare della pelle.

Per garantire la massima efficacia, tollerabilità e sicurezza del trattamento, i ricercatori Collistar hanno attentamente calibrato il pH e la concentrazione dell’acido glicolico e gli hanno affiancato altri due alfaidrossi-acidi, mandelico e gluconico, che ne completano e modulano l’azione.        

L’Oréal Revitalift dischetti peeling

Con l’avanzare dell’età, il rinnovamento cellulare rallenta.

Ciò significa che le cellule morte si accumulano sulla superficie della pelle, creando una barriera che può impedire ai trattamenti anti-età di agire in modo ottimale.

Ispirato dai trattamenti esfolianti della pelle, i dischetti Revitalift Laser X3 sono arricchiti con Acido Glicolico per aiutare a rimuovere le cellule morte della pelle e favorire un migliore assorbimento della tua routine quotidiana.

L’Acido Glicolico inoltre contribuisce a ridurre le rughe e uniformare il colorito.

Nella confezione, ci sono 30 dischetti peeling pre-umettati con 9,6% complesso glicolico, doppia funzione: ruvido per un’esfoliazione forte e liscio per un’esfoliazione leggera

L’acido glicolico: grazie alla sua alta capacità esfoliante è usato spesso nei trattamenti dermatologici per effettuare un peeling superficiale della pelle

Il trattamento: l’uso dell’acido glicolico in un trattamento cosmetico quotidiano permette di accelerare l’esfoliazione delle cellule morte sulla superficie della pelle

Benefici: dopo un dischetto la pelle è più luminosa e liscia; dopo 4 settimane: il colorito è visibilmente uniforme, la grana appare affinata, le rughe risultano ridotte

Test cosmetoclinico – 62 donne, 1 mese; test cosmetoclinico (rughe glabellari) – 39 donne, 1 mese.

Pixi Glow Tonic

Il Pixi Glow Tonic aiuta a tonificare, rassodare e uniformare la pelle.

Grazie alla presenza di acido glicolico, ha un effetto esfoliante, aiuta a eliminare le cellule morte per una pelle più sana. Per tutti i tipi di pelle. Senza alcool.

Per quanto riguarda l’utilizzo, si consiglia la Mattina e/o sera o semplicemente ogni volta che se ne avverte l’esigenza.

  • Fase 1: Detergere il viso.
  • Fase 2: Versare il tonico su un dischetto di cotone e passarlo su viso, nuca e décolleté (evitando il contorno occhi).
  • Fase 3: Applicare un siero o una crema idratante.

Glyco-A,  isispharma crema peeling

GLYCO-A 10% è un rinnovamento peeling multi-azione della pelle. Aiuta a rimuovere gli strati superficiali dell’epidermide e migliora l’aspetto generale della pelle.

Proprietà degli ingredienti principali: 10% di acido glicolico. Esso:

  • Stimola l’attività cellulare
  • Indebolisce i legami lipidici che trattengono le cellule morte insieme
  • Aumenta la produzione di collagene ed elastina
  • Stimola la produzione di acido ialuronico e ottimizza l’idratazione dello strato corneo
  • Regola la produzione di sebo

Come si usa. Da 2 a 3 volte a settimana, in sera, in un ambiente pulito e pelle secca. Strofinare fino al completo assorbimento. Non c’è bisogno di risciacquare.

Protocollo generale di cura. Applicare la cura della buccia durante un mese e poi lasciare riposare la pelle il mese successivo. Ripetere il protocollo fino a ottenere l’effetto desiderato.

Precauzioni d’uso. GLYCO-A 10% non è adatto per pelli sensibili. È indispensabile utilizzare una protezione solare adeguata e molto alta durante il trattamento. Evitare il contatto con gli occhi.

Tuttavia, si consiglia di applicare la cura del peeling al di fuori della stagione estiva.

Inoltre, è testato senza conservanti e non comodogeno sotto controllo dermatologico.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.