Ultrasuoni

Fra le nuove tecniche per ridurre gli inestetismi che la scienza estetica ci propone oggi prendiamo in esame gli ultrasuoni. Essi non sono altro che emissioni di onde sonore, ossia vibrazioni acustiche, non udibili dall’orecchio umano, se ne sfruttano i potenziali convogliando tali onde su quarzo o dischetti che le veicolano nel punto critico e le amplificano.

Tale emissione di onde favorisce il movimento delle particelle dei tessuti e quindi mette in moto i liquidi stagnanti inoltre produce un riscaldamento che aiuta il metabolismo cellulare e la vasodilatazione. Non in ultimo distrugge le cellule del “grasso cattivo” l’adipe, rimodellando il tessuto danneggiato dal grasso e favorendo la circolazione sanguigna proprio in tale punto cosìchè i tessuti nuovamente ossigenati si rigenerano.

Quindi l’impiego degli ultrasuoni è decisamente d’effetto rilevante nel caso d’inestetismi quali cellulite apportando benefici a livello della micro-circolazione e tonificando e rassodando i tessuti.

Non solo è stato dimostrato che ha effetti benefici anche in caso di acne e foruncoli.

La terapia ultrasonica non è assolutamente dolorosa né tantomeno invasiva: viene applicata la testina emittete a contatto con la pelle e la si fa scorrere continuamente anche tramite l’uso di un gel conduttivo che favorisce aderenza, scorrevolezza e l’eliminazione di eventuale aria tra cute e testina.

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.