Claudio Baglioni rifatto: intervento viso dopo l’incidente

Claudio Baglioni prima e dopo

Negli anni 80, Claudio Baglioni era all’apice della sua carriera; e veniva apprezzato non solo per il suo talento da musicista, ma anche per il suo aspetto fisico. Molte sue fans dell’epoca lo consideravano, infatti, un vero e proprio sex symbol.

Sono passati più di trent’anni da allora, ma Baglioni giunto ormai a 67 anni, sembra non aver perso affatto il suo fascino. Ma è tutto merito di madre natura o Claudio ha fatto ricorso all’aiuto del chirurgo estetico?

La seconda ipotesi è la più probabile. Paragonando il suo aspetto di qualche decennio fa, con il suo aspetto attuale, è difficile non accorgersi che il viso del cantautore ha subito qualche piccola modifica estetica.

Il sospetto è che Baglioni possa essersi concesso un piccolo liftingIl suo viso potrebbe anche essere stato “levigato” da iniezioni di botox, acido ialuronico o prodotti simili.

Ma non è finita qui! Gli esperti del mestiere, guardando le foto odierne di Baglioni, non escludono che il cantante possa anche essere ricorso ad una blefaroplasica; ovvero ad un intervento delle palpebre superiori ed inferiori.

L’artista però non ha mai confermato o smentito le voci dei suoi presunti ritocchini estetici.

La chirurgia plastica dopo un incidente

Quello che in pochi sanno, però, è che Baglioni in passato ha utilizzato la chirurgia estetica non a scopo narcisistico, ma a seguito di un grave incidente stradale.

Era il novembre del 1990. Baglioni si trovava a Roma e rimase vittima di un grave incidente. Mentre il cantante era alla guida della sua porche, perse il controllo del veicolo per colpa del manto scivoloso e andò a sbattere brutalmente contro un muro.

Quello scontro gli causò importanti lesioni sia sul volto che sulla lingua, rischiando di compromettere per sempre la sua carriera di cantante. In quel caso la chirurgia plastica gli fu d’aiuto per ridurre le ferite al volto. Inoltre, grazie ad un intervento laser, anche la lingua che aveva riportato un taglio di 8 centimetri, fu rimessa apposto.

Ovviamente già da questi primi interventi chirurgici la fisionomia di Baglioni viene un po’ modificata, e la trasformazione continua con i ritocchini estetici a cui si sottopone nel corso degli anni successivi.

Claudio Baglioni Biografia

Claudio Baglioni, nasce a Roma il 16 maggio del 1951. Fin dalla più tenera età, non fa mistero della sua grande passione per il canto e la musica; così a soli 14 anni vince il concorso locale di voci nuove. 

Solo due anni dopo, riesce ad esibirsi in un teatro periferico di varietà; guadagnando così le sue prime mille lire. Nel 1968, Claudio comincia a comporre le sue prime canzoni; tra queste co sono le famose Signora Lia Interludio. 

L’anno successivo per Baglioni arriva il suo primo contratto discografico. La casa discografica RCA lo mette sotto contratto per 5 anni, e con Una favola blu Claudio partecipa a Un disco per l’estate. 

La carriera negli anni 70

Il suo primo album intitolato Claudio Baglioni, viene pubblicato nel 1970, e due anni dopo gli viene affidata al colonna sonora del film Fratello Sole Sorella Luna.

Ma il successo di Claudio Baglioni non si ferma soltanto all’Italia.  Infatti, con la sua canzone Bonjour la France, ottiene il primo posto nelle classifiche francesi.

Nel 1972, esce invece la canzone più rappresentativa dell’artista, quella che entrerà nei cuori di intere generazioni: Questo piccolo grande amore.

Nel 1974, Baglioni vola a Parigi per lavorare all’album dal titolo E tu. Il disco raggiunge uno straordinario successo si in Italia che in Sud America, e vince anche il Festivalbar.

Baglioni, poi nel 1978 firma un nuovo contratto con la CBS (l’odierna Sony).

Gli anni 80

Da questo contratto, nel 1981 nasce un altro fantastico disco Strada facendo. Il disco contiene anche lo splendido pezzo Avrai, che Baglioni dedica al figlio.

Nel 1982 Baglioni dà inizio al suo tour Alè-oo che vede la partecipazione di milioni di telespettatori. Da questo tour nascerà l’album doppio omonimo che venderà oltre un milione di copie.

L’album La vita è adesso, esce invece nel 1985. Anche questo è un album che ottiene un successo incredibile, e ne vengono vendute circa 1 milione e 200 mila copie, e così risulta essere il disco più venduto dell’anno.

All’inizio dell’estate 1985 parte anche Notti di Note, che prevede oltre 54 date per tutta Italia. Il 1986 è l’anno di un altro importante tour: Assolo. Qui Baglioni si esibisce senza il supporto di nessun musicista; sarà lui infatti a suonare chitarra, tastiera e percussioni, che vengono tutti collegati ad un sistema Midi.

Gli anni 90

Nel 1990 esce l’album Oltre. Esso contiene venti canzoni a cui hanno partecipato molti big della musica e dello spettacolo come Pino Daniele, Paco De Lucia, Mia Martini, Oreste Lionello, Phil Palmer, Tony Levin.

Dopo cinque anni dalla pubblicazione di questo lavoro. Baglioni presenza Io sono qui, e anche questo nuovo album si conferma un enorme successo. Il tour che segue, fa il tutto esaurito in moltissime città.

Il seguente album che viene pubblicato è Attori e Spettatori, che comprende anche un nuovo arrangiamento di Questo piccolo grande amore. 

Nel 1997 Claudio Baglioni diventa anche conduttore televisivo. Infatti affianca Fabio Fazio nella trasmissione Anima mia, in onda su Rai 2.

L’anno successivo, fa il suo esordio anche in libreria, pubblicando il libro fotografico dal titolo C’era un cavaliere bianco e nero. Questo libro ripercorre le tappe di tutti i suoi ultimi tour.

Sempre nel 1998 Claudio Baglioni ha la possibilità di realizzare un sogno: quello di cantare allo Stadio Olimpico di Roma. Si esibisce così in un concerto di 3 ore davanti a 90 mila spettatori e milioni di persone che lo seguono in diretta tv.

Claudio Baglioni negli anni 2010

Nel 2013, dopo trent’anni dalla prima pubblicazione, esce uno speciale cofanetto con 3 CD che s’intitola strada facendo – 30º anniversario, che celebra appunto l’omonimo album.

Nel 2014 è ospite al Festival di Sanremo, mentre l’anno successivo collabora con Gianni Morandi per la realizzazione di un progetto live dal titolo Capitani Coraggiosi. Questo progetto diventa anche una trasmissione tv, radiofonica e un disco.

Il 2018 è invece l’anno in cui lo vediamo nel ruolo di direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.