Coppettazione viso e corpo: cos’è e come funziona

Con il termine coppettazione si fa riferimento ad una tecnica di medicina alternativa, mirata alla riduzione (o eliminazione) di alcune patologie.

Pertanto, si tratta di una pratica terapeutica, che apporta al corpo una serie di benefici. Le sue origini sono davvero antichissime (si parla dell’epoca degli Egizi) e riscuote sempre un enorme successo.

La coppettazione viso e corpo si effettua principalmente per combattere:

  • Il mal di schiena e spalle
  • L’emicrania e i comuni mal di testa
  • L’ansia e la depressione
  • La sciatica e la cervicale
  • Le vene varicose
  • L’asma bronchiale
  • Le malattie reumatiche

E tanto altro ancora…

Pensate che la coppettazione si rivela utile anche per i disturbi legati alla fertilità o per la sensazione di spossatezza frequente.

Coppettazione tipologie

A seconda della zona da trattare e della patologia da monitorare, si ha la possibilità di scegliere tra diverse tipologie di coppettazione.

In linea generale, ci sono tre tipi di coppettazione:

  • Secca
  • Bagnata
  • Mobile

La coppettazione secca non prevede incisioni cutanee e genera una zona detta “a bassa pressione”, dove il professionista pone i vasetti.

Quella bagnata invece, richiede qualche incisione che può comportare delle piccole fuoriuscite di sangue (non è comunque un metodo invasivo). Infine, la coppettazione mobile richiede una specie di soluzione oleosa che dà vita ad uno scivolamento dei vasetti.

Il tipo di coppettazione si sceglie in base al caso specifico. Pertanto, nessuna è migliore delle altre e tutte presentano dei lati positivi e degli svantaggi.

Coppettazione come si svolge

Innanzitutto, è bene specificare che non ci si può sottoporre ad una coppettazione viso e corpo senza aver effettuato dei controlli.

Di conseguenza, il paziente dovrà presentare nello studio clinico di riferimento i risultati di alcuni esami obiettivi. Essi indicano principalmente il suo stato di salute e le cause scatenanti di possibili patologie e disturbi.

Inoltre, si prevede un colloquio verbale in cui l’individuo dovrà esporre i motivi per i quali ha deciso di andare incontro alla procedura di coppettazione. Allo stesso tempo, sarà necessario specificare i punti su cui si ha intenzione di applicare i vasetti (sia del viso che del corpo).

Per quanto riguarda il trattamento, lo specialista potrà procedere secondo diverse tecniche, ad esempio riscaldare e raffreddare l’aria dei vasetti o utilizzare una pompa meccanica.

Dal punto di vista della durata invece, si va dai 5 ai 15 minuti, a seconda del caso specifico.

Infine, in termini di materiali, i vasetti protagonisti della coppettazione possono essere di varie tipologie: silicone, bambù, terracotta, vetro o plastica.

Coppettazione benefici

A questo punto ci si chiede: quali sono i benefici della coppettazione?

In linea generale, possiamo dire che tale trattamento porti a:

  • Afflusso maggiore di linfa e sangue
  • Eliminazione delle tossine
  • Liberazione dei tessuti “molli”

Tra l’altro, come vi abbiamo già accennato in precedenza, la coppettazione si rivela utile a tutti coloro che soffrono dei seguenti disturbi:

  • Depressione e ansia
  • Emicrania e mal di testa
  • Asma bronchiale
  • Ipertensione
  • Vene varicose
  • Dolori reumatici
  • Senso di spossatezza

E tanto altro ancora…

Coppettazione controindicazioni

Pur trattandosi di una procedura abbastanza sicura, la coppettazione viso e corpo può causare alcune problematiche.

Ciò accade se ci si dovesse affidare a delle figure professionali poco competenti o con poca esperienza nel settore.

Di conseguenza, il paziente potrebbe percepire dolore o andare incontro a bruciature, ematomi o infezioni cutanee.

In termini di controindicazioni, la coppettazione si sconsiglia nei seguenti casi:

  • Obesità o eccessiva magrezza
  • Fratture ossee o strappi muscolari
  • Scottature solari o ferite cutanee
  • Dermatite o psoriasi
  • Insufficienze di vario tipo (ad esempio cardiaca o renale)

E via dicendo…

Proprio per tale motivo, il trattamento di coppettazione non va preso alla leggera ma richiede sempre una serie di precauzioni.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.