Home Fatti e Rifatti (video Striscia) Vip Lilli Gruber rifatta: tutti gli interventi chirurgici della giornalista

Lilli Gruber rifatta: tutti gli interventi chirurgici della giornalista

11119
0

Lilli Gruber biografia

Il vero nome di Lilli è Dietlinde Gruber. È nata a Bolzano il 19 aprile del 1957 ed è una famosissima giornalista, conduttrice tv, scrittrice ed ex politica italiana.

Figlia di un imprenditore tedesco, dopo la separazione dei genitori, la Gruber cresce a Egna assieme ai due fratelli maggiori.

Frequenta il liceo linguistico presso l’istituto delle Suore Marcelline a Bolzano. Dopo il diploma decide di iscriversi alla facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Venezia.

Lilli Gruber parla fluentemente 4 lingue: italiano, tedesco, inglese e Francese. Subito dopo aver preso la laurea comincia il suo praticantato giornalistico presso l’emittente tv Telebolzano, una televisione privata dell’ Alto Adige.

Scrive anche per i quotidiano L’Adige e Alto Adige, e diventa giornalista professionista nel 1982.

Lilli conduttrice dei telegiornali

Collabora per due anni con la Rai approdando a Sender Bozen, un canale di lingua tedesca, e poi nel 1984 arriva al TG3 regionale del Trentino Alto Adige. 

Durante il 1986 invece le viene affidata l’edizione di mezza sera del TG2, e viene anche inserita nella redazione della politica estera.

Nel 1987 la Gruber viene promossa alla conduzione del telegiornale principale di Rai 2, quello delle 19,45 e diventa così la prima donna a condurre un TG in prima serata. 

Nel 1988 inizia anche la sua carriera come inviata politica internazionale. Si ritrova spesso su territori coinvolti dai conflitti come la Jugoslavia, l’Iraq e gli attentati dell’11 settembre.

Lilli conduttrice tv

Durante il 1994, Lilli Gruber esordisce anche come conduttrice televisiva. Presenta, infatti il programma giornalistico Al voto, Al voto. Fu proprio la Rai a proporla in occasione delle elezioni politiche di quell’anno.

Nel 1997 riceve il premio “Premio Nazionale Alghero Donna di Letteratura e Giornalismo”, e si ritrova a collaborare anche con i quotidiani La Stampa e Corriere della Sera.

Negli anni novanta la Gruber si è dedicata anche a programmi per emittenti tedesche. Nel 1996 condusse Focus Tv in onda su  ProSieben (per l’appunto canale tedesco). Nel 1998 condusse invece un talk show su SWF.

Carriera politica

Nel 2004 Lilli Gruber denuncia la  la carenza di libertà d’informazione in Italia,e subito dopo si candida con la coalizione “Uniti nell’Ulivo” alle elezioni per il Parlamento europeo. Prima della lista circoscrizioni nord-est e centro,viene eletta per prima in entrambe, raccogliendo circa un milione e 100 mila voti.

Lilli Gruber si iscrive anche al Partito Socialista Europeo. Inoltre è stata stata presidente della Delegazione per le relazioni con gli Stati del Golfo; membro della Conferenza dei presidenti di delegazione; della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni e membro della Delegazione per le relazioni con l’Iran.

Nel 2008 annuncia la fine della sua carriera politica, e si dimette da eurodeputata, sei mesi prima della fine della legislatura, rinunciando così al diritto alla pensione.

Lilli Gruber e i ritocchini estetici

Lilli Gruber è stata per un periodo lontano dagli schermi televisivi, per poi fare il suo grande ritorno alla conduzione di Otto e Mezzo, programma in onda su La 7.

Quando Lilli torna in tv, il pubblico che la segue da anni è rimasto alquanto sorpreso dal suo aspetto.

Durante questo tempo lontano dagli schermi, il viso della famosa giornalista è cambiato notevolmente, ed è evidente che la Gruber abbia fatto ricorso alla chirurgia plastica.

I tratti somatici del volto appaiono letteralmente stravolti, e anche un po’ eccessivi.

Vedendo la conduttrice televisiva oggi, balza subito all’occhio il suo volto un po’ troppo “tirato” e dalle espressioni per niente naturali. A vederla cosi, di primo acchito sembrerebbe che Lilli abbia fatto un po’ troppo utilizzo di botox.

 Lilli Gruber: Labbra, zigomi e occhi

Se paragoniamo l’aspetto che Lilli ha oggi all’aspetto che aveva in passato, possiamo facilmente notare che le labbra risultano molto più piene e carnose di come le avesse un tempo, propendendo pericolosamente verso lo stile “labbra a canotto”.

Diciamoci la verità la bocca “originale della Gruber non era poi cosi male, anzi era molto meglio di quella che ha adesso!

Anche gli zigomi e gli occhi presentano la classica artificialità tipica dei ritocchi estetici.

Ma d’altro canto se la bocca è cresciuta perché non far crescere anche gli zigomi, no? Ed è ciò che ha fatto Lilli Gruber. Durante glia anni, poi anche le zampe di gallina intorno agli occhi e le rughe del viso sono andate lentamente sparendo, mostrando invece una pelle perfettamente liscia e levigata.

Anche il naso non sembra essere scampato al bisturi del chirurgo. Originariamente lungo è aquilino, durante gli anni è apparso più  piccolo e dritto.

C’è chi vocifera che anche il seno della giornalista abbia subito un ritocchino dal chirurgo plastico, ma non avendone la piena certezza le diamo il beneficio del dubbio.

Quello che è certo, però è che tutti questi interventi estetici non hanno migliorato di certo il viso di Lilli, al contrario lo hanno reso quasi “di plastica” e anche un po’ inespressivo.

Ormai della Lilli originale col caschetto rosso fuoco è davvero rimasto ben poco. Oggi ci troviamo davanti una donna del tutto diversa con una grande bocca e degli zigomi troppo sporgenti.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here