Home Fatti e Rifatti (video Striscia) Vip Emilio Fede rifatto: occhi tirati e zigomi

Emilio Fede rifatto: occhi tirati e zigomi

525
0

 Emilio Fede ritocchini occhi e viso

Abbiamo visto Emilio Fede recentemente ospite a Non è L’arena, programma condotto da Massimo Giletti su La 7. Il volto noto del TG4  è apparso decisamente più plastificato del solito; che abbia un pelino esagerato con i ritocchini estetici?

Nonostante il suo aspetto evidentemente artefatto, il giornalista continua a negare fermamente di essersi sottoposto a trattamenti di chirurgia estetica ed afferma in modo categorico di non essersi mai rifatto. 

Emilio fede sente di dover fare queste dichiarazioni sul suo aspetto fisico, dopo che ospite appunto di Giletti, è uscita su internet una sua foto in primo piano che lo ritraeva con un sorriso abbastanza innaturale. 

Dopo aver visto questa immagine, tutto il pubblico che segue il giornalista da anni si è chiesto cosa fosse successo alla sua faccia. 

Il diretto interessato, quindi, si giustifica dicendo che la foto uscita online è stata fatta direttamente dal televisore con un’inquadratura a grandangolo.

“Chi è pratico di televisione o di cinema lo sa”, spiega: “Quando ti fanno un’inquadratura da vicino, t’ingrandisci”.

Fede afferma anche che questa foto, diventata virale in pochissimo tempo, ha creato una vicenda che lo ha travolto; ma lui ci tiene a specificare che non si è mai rifatto.

Quindi stando ad Emilio Fede, gli zigomi gonfi in modo sproporzionato, gli occhi ridotti a quasi 2 fessure e senza alcuna traccia di “zampe di gallina”, e la pelle talmente tirata da non presentare nemmeno una ruga, non è opera della chirurgia ma solo di un’inquadratura sbagliata.

Il pubblico però crede davvero poco alla versione che ha dato il giornalista.  Infatti, è evidente che la fisionomia del volto di Fede è cambiata radicalmente rispetto a qualche anno fa.

Inoltre un uomo che ha superato gli 80 anni, non può non presentare nemmeno una piccola ruga sul viso. 

Emilio Fede Biografia

Emilio Fede è nato a Barcellona Pozzo Gotto (in provincia di Messina), il 24 giugno del 1931, ed è un famosissimo giornalista e scrittore.

Il padre di Emilio Fede, era un Brigadiere dei carabinieri, e pur essendo nato a Barcellona Pozzo Gotto, Emilio trascorre gran parte della gioventù a San Pietro Patti; il paese natio della sua famiglia. Dopo la guerra, però Fede e la sua famiglia si trasferiscono a Roma, dove il giovane Fede finisce poi gli studi.

L’inizio della sua carriera

La passione per il giornalismo, avvicina Emilio Fede alla carta stampata già in giovane età. A Roma, inizia a lavorare come cronista a “Il momento- Mattino“.

Dopo questa prima esperienza lavorativa nel mondo del giornalismo, Emilio Fede si trasferisce poi a Torino, dove comincia a lavorare per la Gazzetta del Popolo, quotidiano per il quale riesce poi a diventare inviato speciale.

Nel 1954, la carriera di Emilio Fede avanza notevolmente; comincia, infatti a lavorare in RAI. Viene scelto dalla rete per condurre assieme ad Enza Sampò la trasmissione televisiva Il circolo dei castori. Nel 1961 divenne a tutti gli effetti un giornalista fisso della RAI.

Proprio durante il suo periodo lavorativo alla Rai, Emilio Fede diventa inviato speciale in Africa; incarico che durò ben 8 anni. Il suo compito era quello di documentare gli avvenimenti di ben 44 paesi.

Fede fa poi ritorno in Italia affetto da una malattia contratta proprio in Africa; si tratta forse di colera o malaria. Dopo essersi ripreso del tutto, il giornalista riprende la sua attività, ed entra a far parte della redazione di TV7, una trasmissione d’inchiesta.

Dal 1976 al 1981 conduce il TG1, per poi diventarne direttore provvisorio, dal 1981 al 1983. Durante quest’ultimo anno diventa anche conduttore di due trasmissioni: Test e Obiettivo Su

Nel 1987 il suo rapporto lavorativo con la RAI cessa a causa di un processo per gioco d’azzardo risolto poi con un’assoluzione, e anche per il mutamento di diversi accordi politici avvenuti proprio in RAI.

Fede passa a Mediaset

Emilio Fede comincia quindi a lavorare a Rete A, dove diventa direttore del telegiornale. Nel 1989 giunge alla Fininvest, dove inizialmente diventa direttore di Video News e successivamente ideatore e conduttore di Studio Aperto su italia uno.

Emilio Fede nel 1992, comincia a ricoprire la carica di direttore del TG4. 

Il licenziamento da Mediaset

Nel 2012, la collaborazione tra Fede e Mediaset si interrompe per colpa di una trattativa che non è andata a buon fine. L’azienda dunque decide di sollevare Fede dall’incarico di direttore del TG4.

Dopo l’esperienza decennale a Mediaset, Emilio Fede sbarca sul canale del digitale terrestre Vero Capri Dove conduce una trasmissione dedicata all’attualità, politica ed economia intitolata Attualità con Fede.

Nell’anno 2013/2014, il giornalista diventa poi direttore del quotidiano La Discussione.

Emilio Fede Scrittore

Emilio Fede non è solo un ottimo giornalista, ma presto si rivela essere anche un bravissimo scrittore. Il suo esordio in questo ruolo avviene nel 1997 quando pubblica il libro intitolato “Finché c’è Fede”.

A questo primo libro ne seguono altri sei: “Privè. La vita è un gioco” del 1998; “L’invidiato speciale” uscito nel 1999; “La foglia di fico” del 2000; “Samba dei ruffiani” nel 2001 e  “La cena dei cretini” uscito invece nel 2002.

La malattia

Nel 2014 a Emilio Fede vene diagnosticato un tumore al pancreas, che gli lascerebbe solo 6 mesi di vita. Fortunatamente le analisi però erano sbagliate.

Vita privata

Emilio Fede è sposato dal 1964 con Diana De Feo, anche lei giornalista del TG1, figlia dell’ex vicepresidente della RAI Italo De Feo e senatrice del PDL. La coppia ha avuto 2 figlie: Sveva e Simona.

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here