Home La cura del corpo Pedicure perfetta : Scholl Pedimask Maschera ed altre soluzioni

Pedicure perfetta : Scholl Pedimask Maschera ed altre soluzioni

46
0

La manicure è una buona pratica quotidiana che tutte le donne seguono, chi in maniera assolutamente personale e chi invece facendosi seguire da un’esperta del settore. Ma anche la pedicure è importante e spesso viene trascurata senza motivo, anche perché può provocare problemi molto fastidiosi.
Piedi trasandati significano anche rischio di talloni screpolati, calli, una pelle non perfetta che alla lunga ci farà soffrire. Nessuna paura, però, perché una perfetta pedicure si può fare anche in casa senza andare a spendere soldi e tempo nei centri di bellezza. In questo articolo vi daremo alcuni consigli utili e qualche suggerimento che forse non vi aspettavate.

Pedicure perfetta, tutti i passaggi

Il primo consiglio, fondamentale, è quello di non trascurare i piedi: più tempo si passa fra un trattamento e l’altro, indipendentemente dalla stagione, e maggiori saranno le cure che dovrete usare. Invece una sana pratica quotidiana vi darà grandi risultati e massima soddisfazione.
Per una pedicure ideale come mossa iniziale rimuovete lo smalto utilizzando un solvente delicato e non aggressivo. In commercio esistono anche prodotti di questo tipo che sono anche curativi, ideali per lo scopo che ci prefiggiamo.
Se siete alla fine di una giornata stanca e faticosa, nella quale siate rimaste spesso in piedi o comunque li avete affaticati più del dovuto, teneteli a mollo almeno per una decina di minuti in una bacinella con acqua calda e sale grosso da cucina, oppure bicarbonato di sodio che aiuterà ad evitare gonfiori e a rilassare la pelle.
Potete anche eseguire uno scrub da sole per eliminare duroni e calli, massaggiate con energia in particolare nella zona dei talloni per eliminare le cellule morte e ammorbidire la pelle. Terminato questo passaggio, bagnate nuovamente i piedi nell’acqua calda ancora per una decina di minuti e trattateli con prodotti specifici come ad esempio olî essenziali profumati (alla lavanda o alla menta) che vi aiuteranno ad ammorbidire la pelle.
Ricordatevi anche di eliminare il vecchio smalto dalle unghie utilizzando un solvente adatto. Dimenticatevi tutti i solventi a base di acetone perché non solo danneggiano l’integrità delle nostre unghie aumentando la loro fragilità, ma rischiano anche di provocare fastidiose irritazioni e arrossamenti della pelle. Inoltre si tratta di un prodotto chimico e per questo anche decisamente tossico.
Ora potete procedere con un piede alla volta, lasciando l’altro nell’acqua tiepida. Eseguite prima un massaggio con scrub oppure utilizzate direttamente delle spatole dermoabrasive o pietra pomice per levigare la pelle ed eliminare leggeri ispessimenti. Infine rimettete il piede nella bacinella con acqua tiepida e procedete allo stesso modo con l’altro piede. Quindi asciugateli bene prima di passare alla fase successiva.
Quando saranno belli morbidi ma anche asciutti, passate la pietra pomice sulle estremità per
eliminare calli e duroni, utilizzando successivamente anche una maschera rigenerante che aiuterà le cellule dei piedi e vi darà anche una sensazione di freschezza oltre che di benessere.

Come trattare le unghie dei pedi

L’ultimo passaggio è quello dedicato alle unghie. Se le vedete troppo lunghe o comunque non ideali per il vostri gusto personale, potete tagliarle con una forbicina e poi pareggiatele con una limetta per dare la forma preferita.
Un consiglio sul taglio: cercate di andare dritte per evitare che l’unghia crescendo diventi incarnita e non tagliatele mai troppo negli angoli. Se invece preferite limarle, utilizzate una limetta di grana 100/100 per dare alle unghie una forma arrotondata o quadrata.
Con l’aiuto di una pinzetta eliminate le pellicine in eccesso e passate un velo di crema idratante partendo dalla punta dei piedi fino al collo del piede, ai talloni e alle caviglie, massaggiando con vigore per stimolare la circolazione.
Infine potete darvi lo smalto, utilizzando dei batuffoli di cotone per tenere le dita staccate e quindi non sporcarvi con il colore. Si parte con una base protettiva trasparente e rinforzante, seguita dallo smalto. Aspettate qualche minuto e ripetete con una seconda passata. In ultimo date una passata di top coat fissante e sarete pronte.

Peducure curativa? Basta un calzino

Come vi abbiamo dimostrato, la pedicure non è soltanto un trattamento estetico, ma una vera e propria cura dei pedi: se volete basare solo alla bellezza, potete andare dall’estetista che lavora su piedi e unghie sane, ma non esegue trattamenti rigeneranti.
In caso di piedi gonfi, stanchi, stressati e mal curati, invece è necessaria una pedicure curativa che migliorerà il benessere generale di piedi e unghie ma al tempo stesso aiuterà anche a curare la loro bellezza evitando i segni del tempo e del logorio quotidiano.
La pedicure curativa aiuta in presenza di determinate patologie o disturbi di piedi e unghie come nel caso di ispessimenti, unghie incarnite e tutti i dolori collegati all’utilizzo di scarpe non adatte o troppo strette, come calli e duroni oppure occhi di pernice. Si tratta di un accumulo di pelle che si forma di solito tra le dita provocando dolore e fastidio.
Un modo intelligente e nemmeno troppo costoso per nutrire i piedi eliminando la pelle vecchia e morta in eccesso è quello di affidarsi alle calze trattanti. Come la Scholl Pedimask Maschera Piedi Nutriente che in ogni confezione contiene una serie di Expert Care PediMask Nutriente con lo zero per cento di profumi e coloranti.
In buona sostanza di tratta di calzini da indossare la sera dopo aver accuratamente lavito e trattato i piedi. La PediMask di Scholl è a base di ingredienti nutrienti come il burro di karité, l’olio di cocco, e il pantenolo idratano che danno alla pelle sensazione permanente di idratazione con un solo trattamento
Questo calzino, bianco e poco appariscente, è stato studiato per trattenere la crema, assicurandone l’assorbimento in soli 20 minuti, senza il rischio di sporcarsi e sporcare là dove ci appoggiamo. Dopo aver curato l’igiene serale dei piedi, si indossa il calzino, si lascia per almeno venti minuti aspettando che agisca e una volta tolto si massaggia anche per togliere eventuali residui di crema rimasti sul piede.
Il principio della loro azione è tanto semplice quanto efficace: aderendo direttamente sulla pelle aiutano ad eliminare lo strato superficiale che riveste il piede e che dopo qualche giorno di trattamento si stacca, lasciando una pelle morbida come quella di un neonato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here